Replicas (2018)

Questa settimana, voglio parlarvi di un film fantascientifico americano, con il grandioso Keanu Reeves, (che ricordiamo per il ruolo di Neo in Matrix): Replicas. Un film che riprende uno degli argomenti più classici, quello della non accettazione della morte, e del desiderio di risurrezione degli esseri che amiamo.

Il protagonista è uno scienziato che lavora sulla possibilità di mappare la mente (un po’ come nel telefilm Osmosis) di una persona per portarla su un robot antropomorfico, senza grandi successi, ancora nella fase di ricerca di qualcosa. È un ricercatore che gioca a fare Dio, senza una piena consapevolezza di come gestire le conseguenze.

Fino a quando in un incidente muore tutta la sua famiglia, moglie e tre figli. La storia ricorda tanto Il cimitero degli animali, di cui non ho ancora visto la nuova versione, solo che invece di ricorrere alla magia si ricorre alla scienza.

Una storia incredibile di perseveranza e di concentrazione, ignorando tutto il resto, perchè non si può controllare tutto. Sacrificando prima alcuni ideali, poi qualche membro della famiglia, per finire se stesso, la propria vita.

Non ho trovato il trailer in italiano, perciò ve lo lascio in inglese. Godetevelo! Lo avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Sii scettico, ma impara ad ascoltare. Non credere a te stesso e a nessun altro

Don Miguel RuizDon Miguel RuizIl Quinto Accordo

 

proteggersi o non proteggersi

proteggersi o non proteggersi

La settimana prossima, all’incontro del mese di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, continueremo il nostro percorso per smontare fake news, falsi miti e falsi bisogni” e parleremo in maniera più personalizzata di protezione e sicurezza.

la libertà di espressione

la libertà di espressione

In questi ultimi anni di boom dei social media, molti dicono che con questi mezzi l’intelligenza è diminuita, altri che era già bassa ma non lo si vedeva. Ognuno può dire la sua e arrivare a migliaia di persone, dai politici all’ultimo arrivato come la signora di “non c’è coviddi”.

l’ottavino

l’ottavino

Dicono che c’era una volta una orchestra famosa, conosciuta da tutti perché la loro musica era perfetta, speciale, unica, e suonava come una melodia celestiale. Ovunque suonavano, il pubblico rimaneva sempre affascinato…

Diventa chi sei (2018)

Diventa chi sei (2018)

Oggi vorrei parlare di un libro diverso, dopo le vacanze si torna al lavoro e molti si chiedono se il loro lavoro sia il migliore per loro o se dovrebbero cambiare. Emilie Wapnick nel suo libro Diventa chi sei, Una pratica guida per persone creative che hanno molteplici passioni e interessi, ci parla di come rispondere a questa domanda.