più facile

L‘altro giorno ho portato la mia cagnolina a sterilizzare. Mia figlia voleva farle avere i cuccioli perciò non l’abbiamo fatto prima. Ma abbiamo deciso di farlo ora. È stato uno stimolo esterno che ha aperto la porta al demone della colpa.

Man mano che andavamo avanti mi sussurrava all’orecchio i suoi pensieri cupi e terribili. Quando il dottore le misse la pre anestesia grafiò mia figlia e il demone disse “avresti dovuto prenderla tu e non lei”, quando si addormetò nelle mie braccia, “sembra morta”, quando non si svegliava dopo l’anestesia bastò un “vedi”. Mi ha detto che “avrei dovuto farlo prima”, che “avrei dovuto informarmi meglio”.

Le parole dei demoni, come abbiamo visto nelle ultime settimane, vanno a toccare i punti deboli che ognuno di noi ha, sono diversi per ognuno, così come lo sono le nostre ferite, proprio perchè ripetono cose che già ha detto qualcun’altro, prima.

Se ne avesse parlato con la maggior parte delle persone del mio passato avrebbero dato ragione al demone, avrebbero condiviso i suoi pensieri perchè, in qualche modo, oltre i giudizi, hanno sempre un punto di verità.

I fantasmi di quello che avremmo dovuto fare diversamente, io o chiunque altro, sarebbero tornati a dare man forte al demone, in fondo è il loro figlio.

Invece, ne ho parlato con una delle persone nuove, qualcuno con cui condivido il desiderio di parlare di responsabilità invece che di colpa, e di accettare le cose come stanno, senza parole come devo, dovrei o avrei dovuto.

Il mio invito possitivo di oggi è di circondarci di persone possitive, di quelle che accettano e non giudicano, nè loro stessi nè noi. Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Incamminatevi sul sentiero della manifestazione della vostra spiritualità praticando l'amore incondizionato. Realizzerete la divina connessione liberandovi di tutti gli strumenti dell’io: giudizio, ira, moralismo, prediche, odio, rancore...

Wayne W DyerInventarsi la vita

 

l’arte di pensare chiaro (2014)

l’arte di pensare chiaro (2014)

Oggi voglio parlarvi di nuovo di un libro di Robin Sharma, Il club delle cinque del mattino, un romanzo meraviglioso che parla del tempo che molti sentiamo che non è mai abbastanza, per fare tutto quello che vogliamo e per farlo bene, di dove trovarlo, e di come sfruttarlo al meglio.

l’erba cattiva (2018)

l’erba cattiva (2018)

Anche questa settimana, e sempre per caso su Nextflix, ho visto un film francese molto simpatico, L’erba cattiva, una riflessione molto carina su come possiamo superare le difficoltà, per grosse che esse siano, con l’aiuto di qualcuno che non ha i nostri stessi problemi, anche se ha degli altri.

giocatori PRO

giocatori PRO

Ieri, al nostro incontro, ancora online, di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, abbiamo parlato, come promesso, delle diverse parti di noi e di una tecnica per riconoscerle, per integrarle, ma soprattutto abbiamo parlato del perchè stiamo facendo questi incontri, per diventare dei giocatori livello P.R.O. di questo gioco che è la vita.