piccole distrazioni

24 Nov 20

Da inizio settembre mi sono messa a dieta, sono andata da Manuel Turolla, l’autore del libro Il metabolismo intelligente di cui vi avevo parlato. Tra le altre cose, ho smesso di bere cocacola, anche se era zero e di mangiare qualsiasi cosa tra i pasti.

Le prime emozioni sono sicuramente state un’ansia insoportabile  ogni volta che volevo le cose a cui ero abituata, tanta rabbia perchè, mi sembrava difficile mangiare solo quello che c’era scritto nei fogli della dieta e anche un po’ di tristezza,perchè in fondo mi sentivo in colpa e ce l’avevo più che altro con me stessa, per essere ingrassata, per non essere più forte, ecc.

Ma poi, sotto sotto a queste tre emozioni ho scoperto una molto più spaventosa. Mi sono accorta che tutte queste cose, oltre a darmi del piacere fisico, e a calmare la mia ansia, erano piccole distrazioni, e mi sono sentita libera, ho scoperto di avere un sacco di tempo, energia e spazio nella testa liberi per fare altro…

Ogni volta che vado al supermercato, che passo vicino ad un negozio o ad una macchinetta, ogni volta che vedo una lattina o una busta di caramelle, un salame affettato, per un istante, mi viene un ricordo delle mie vecchie abitudini e inerzie di prima.

Dal momento che ho scelto di non ritornarci non è nemmeno un vero desiderio, è più un ricordo. Subito penso ad altro e mi accorgo quanto tempo ed energia perdevo. E ho iniziato a fare pulizie di altre cose nella mia vita. Ho iniziato a cancellare iscrizioni alle newsletter che non leggo mai, e a rimettere ordine in casa.

Un po’ come quando abbiamo iniziato il lockdown, che abbiamo visto le cose importanti perchè ci mancavano. In questo caso si tratta di vedere quelle a cui potremmo fare a meno perchè ci avanzano.

Il mio invito possitivo di oggi è proprio a fare pulizie nella nostra vita, a osservare quali sono le piccole distrazioni, quelle che ci allontanano dai nostri desideri e che ci rubano tempo ed energia. Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vecchie convinzioni non ti portano a nuovo formaggio

 

Aspettando i soccorsi

Aspettando i soccorsi

Dicono che c’era una volta una miniera in cui ci fu un crollo che lasciò isolati sei minatori che lavoravano in una galleria molto profonda estraendo minerali dalle viscere della Terra. L’uscita del tunnel era sigillata. Si guardarono l’un l’altro in silenzio, valutando la situazione.

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Quando mi chiedono perchè parlo di plandemia e rispondo che non mi convince la narrativa, è dovuto anche a che ho letto libri come questo Fake news: sicuri che sia falso? Gestire disinformazione, false notizie e conoscenza deformata, di Andrea Fontana, che mi hanno insegnato a vedere in maniera diversa le notizie.

Encanto (2021)

Encanto (2021)

Per la settimana del mio compleanno voglio parlarvi dell’ultimo film Disney che ho visto, Encanto, un film ambientato nella bellissima Colombia, che parla di una famiglia speciale e magica, in cui ogni membro riceve un dono all’età di cinque anni, tranne Mirabel, che non ha avuto quella fortuna.