pezzi di un puzzle

Per come lo vedo io, una delle più grandi complicazioni che abbiamo, in questo spazio/tempo che ci è toccato vivere, è il desiderio di essere (o almeno sembrare) tutti uguali.La scienza, la religione, e soprattutto la società ci vogliono tutti uguali, la prima per poter spiegarci e aiutarci a capire il mondo, a seconda per poter salvarci e la terza per poter renderci la vita più facile. O almeno così dicono… Tutte e tre dicono che lo fanno per noi ma in realtà… forse era così all’inizio ma sono diventate più preoccupate di mantenere il loro potere che si sono dimenticate le loro origini e la nostra importanza.

Come dicevo… secondo la vedo io, siamo tutti diversi e questa è la nostra forza, anche se queste tre la considerano debolezza perchè toglie loro potere. Forse riprendendoci un po’ di questo potere tutto sarebbe più semplice e sicuramente più personalizzato. Ognuno di noi è un po’ come un pezzo di un puzzle, con delle protuberanze e delle rientranze, siamo fatti così perchè siamo tutti pezzi di uno stesso disegno, che è l’umanità. E, come i pezzi del puzzle, abbiamo rientranze o cose che ci mancano o che non possiamo fare e protuberanze o cose che ci avanzano, e che possiamo fare per noi e altri. Con cose mi riferisco sia a bisogni che a risorse.

Ma, con questa mania di essere tutti uguali, sembriamo tutti mediocri, quando nascondiamo le virtù, e molti bisogni rimangono scoperti perchè nascondiamo le nostre mancanze. Nascondendo virtù e desideri sembriamo tutti squadrati e le figure squadrate non possono combaciare. Non possono costruire qualcosa di più grande, più grande della scenza, della religione e della società che accettiamo anche se è imperfetta perchè pensiamo sia il meglio che possiamo fare.

Vi va di provare? A costruire un mondo diverso…

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Tutto normale il prossimo natale (2021)

Tutto normale il prossimo natale (2021)

Tra un mese è Natale e, siccome io amo il Natale ho iniziato a guardarmi i film di Natale di quest’anno con un film Brasiliano, Tutto normale il prossimo Natale, un film sullo spirito del Natale, particolare, che ha incantato persino me che non amo la comicità brasiliana.

l’ordine delle cose

l’ordine delle cose

Dicono che c’era una volta un uomo molto saggio a cui tutti andavano a chiedere consiglio e parole di conforto per ogni occassione. Dicono che una volta uno dei signori più ricchi del luogo gli chiese una frase importante per conmemorare la nascita del suo primo nipote.

La tua parola è una bacchetta magica (1927)

La tua parola è una bacchetta magica (1927)

Questa settimana, ho letto un’altro libro di Florence Scovel Shinn, questa volta ho letto La tua parola è una bacchetta magica, un po’ come il gioco della vita, un compendio di rifflessioni, affermazioni e storie sulla legge di attrazione e il New Thought.

Detachment il distacco (2011)

Detachment il distacco (2011)

Ieri ho visto un film statunitense del 2021, Old, con cui ho rifflettuto tanto su tanti aspetti. La storia di una famiglia, una coppia di genitori con due figli piccoli, che va in vacanza in un posto paradisiaco e meraviglioso, trovato su internet, per rilassarsi e stare un po’ insieme tutti e quattro.

a come astrologia e archetipi

a come astrologia e archetipi

Un’altra parola molto importante per il Vocabolario possitivo che stiamo raccogliendo insieme nei nostri incontri facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, è astrologia, dal momento che parliamo spesso delle diverse voci che abbiamo nella testa e l’astrologia psicologica può aiutarci a capirle e integrarle.