Pazzo di lei (2021)

04 Mar 21

Anche qesta settimana, per caso su Nextflix, ho visto uno dei più bei film che io abbia mai visto, questa volta spagnolo, Pazzo per lei, un film molto profondo e allo stesso tempo leggero, che fa commuovere e allo stesso tempo pensare, sull’amore, sulle difficoltà, sulle aspettative e sulla normalità.

Racconta la storia di un ragazzo normale che, dopo una notte folle si innamora della ragazza completamente fuori di testa che gli ha fatto vivere quelle emozioni e, contro i loro accordi iniziali, decide di cercarla, per trovarla in un centro di salute mentale, di cui decide, in modo molto superficiale, di volerla salvare. Per farlo si fa internare anche lui e scopre un mondo a molti ignoto.

Un film che parla del mondo della malattia mentale, diagnosticata o meno, non lineare, con alti e bassi, con apparente normalità che però va “curata”. Ho adorato ogni scena, ma specialmente la frase finale del protagonista:

“la prossima volta che vedrò qualcuno triste, non gli chiederò di sorridere; nè gli prometterò che se vorrà, potrà guarire. Se vorrò aiutarlo davvero gli dirò che, anche se non sono non sono capace di capire quello che li succede, sarò lì se avrà bisogno”

Se non l’avete visto, ve lo consiglio veramente tanto, se l’avete visto, ditemi cosa vi ha fatto pensare.

p.s. non ho trovato il trailer in italiano, vi lascio quello in versione originale.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Praticate la gentilezza verso voi stessi e gli altri ogni volta che vi è possibile. Desistete dal bisogno di aver ragione e di vincere e optate invece per essere gentili: ben presto conoscerete la gioia della pace interiore.

Wayne W DyerWayne W DyerInventarsi la vita

 

Aspettando i soccorsi

Aspettando i soccorsi

Dicono che c’era una volta una miniera in cui ci fu un crollo che lasciò isolati sei minatori che lavoravano in una galleria molto profonda estraendo minerali dalle viscere della Terra. L’uscita del tunnel era sigillata. Si guardarono l’un l’altro in silenzio, valutando la situazione.

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Quando mi chiedono perchè parlo di plandemia e rispondo che non mi convince la narrativa, è dovuto anche a che ho letto libri come questo Fake news: sicuri che sia falso? Gestire disinformazione, false notizie e conoscenza deformata, di Andrea Fontana, che mi hanno insegnato a vedere in maniera diversa le notizie.

Encanto (2021)

Encanto (2021)

Per la settimana del mio compleanno voglio parlarvi dell’ultimo film Disney che ho visto, Encanto, un film ambientato nella bellissima Colombia, che parla di una famiglia speciale e magica, in cui ogni membro riceve un dono all’età di cinque anni, tranne Mirabel, che non ha avuto quella fortuna.

Letargo

Letargo

Per me l’inizio di quest’anno è stato difficile, sono stata male fisicamente, prima con una pesante influenza e poi con quella che sembrava una intossicazione alimentare, non ho avuto febbre ma sono stata la maggior parte del tempo a letto.