Patch Adams (1998)

11 Oct 18

Oggi voglio parlarvi di nuovo uno di quei film meravigliosi basato su una storia reale e interpretato magistralmente da Robin Williams, Patch Adams. Medico, attivista e scrittore statunitense che già dai suoi anni dell’università quando era ancora uno studente e un laureando cercò di esplorare e mostrare a tutti l’importanza dell’umanità sopra a tutte le apparenze, le differenze di classe, ecc.

Quello che amo più di questo personaggio, quello che ammiro di cuore è la sua umanità, il fatto che vede in tutti degli esseri umani unici e allo stesso tempo uguali. Non fa differenze fra i dottori, persino i suoi insegnanti, le infermiere o le donne della mensa, e i malati. Vede in tutti quello spirito che ci unisce e, di conseguenza li tratta allo stesso modo perchè nessuno merita più rispetto di altri, e nessuno è superiore.

A differenza di quello che si diceva prima, lui che è stato malato prima di essere dottore, sa quanto sia importante la connessione umana con il paziente che può, nel migliore dei casi, accellerare la guarigione e, nel peggiore dei casi, almeno migliora la qualità di vita durante il periodo della malattia, con la leggerezza e l’umorismo. Ha fatto la differenza nella medicina moderna, ridefinndo e mettendo nella giusta posizione, i concetti di trasfer e distanza professionale.

Nella realtà, il vero Patch Adams ha fondato il Gesundheit! Institute nel 1971, personaggio controcorrente che introdusse la risoterapia nei primi anni settanta. Ogni anno organizza gruppi di volontari, provenienti da tutto il mondo, per recarsi presso vari ospedali di diversi Paesi del mondo, travestiti da clown, con l’obiettivo di far riscoprire l’umorismo agli orfani e agli ammalati.

Lo avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published.

Quando due persone s’incontrano, e una sta a testa in giù, non è così semplice stabilire chi dei due sta nel verso giusto.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

Il filo invisibile (2022)

Il filo invisibile (2022)

Questa settimana ho visto un film italiano, molto nuovo e che parla di temi nuovi, come l’omogenitorialità, le famiglie arcobaleno, le madri portatrici, insieme ai temi di sempre, gli adolescenti, i problemi dentro e fuori la famiglia, ecc. Si chiama Il filo invisibile e mi è piaciuto molto.

a come a — bis — — bis — bis

a come a — bis — — bis — bis

Un’altra parola molto importante per il Vocabolario possitivo che stiamo raccogliendo insieme nei nostri incontri facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, è astrologia, dal momento che parliamo spesso delle diverse voci che abbiamo nella testa e l’astrologia psicologica può aiutarci a capirle e integrarle.

Little Miss Sunshine (2006)

Little Miss Sunshine (2006)

Oggi ho visto di nuovo Little Miss Sunshine, uno di quei film che posso vedere una volta ogni tanto e mi fa commuovere sempre. La storia di una bambina di sette anni con un sogno, diventare reginetta di bellezza, ignorando ingenuamente che il suo aspetto non rientri nei canoni di bellezza richiesti.

Joan Lui (1985)

Joan Lui (1985)

Oggi voglio parlarvi di un film molto particolare, italiano, vecchio, e molto discusso, criticato da alcuni e ammirato da altri, e che io ho adorato: Joan Lui, Ma un giorno nel paese arrivo io di lunedì, con un Adriano Celentano megalomane e divino.