Partire dal perchè (2009)

05 Apr 19

In questi giorni ho letto il mio secondo libro di Simon Sinek, e l’ho adorato come avevo adorato il primo. Si chiama Partire dal Perché, e ci spiega come tutti i grandi leader sanno ispirare collaboratori e clienti, non per quello che fanno, non per come lo fanno, ma perchè trasmettono chiaramente un perchè coerente e questo messaggio ci arriva più forte.

In questo libro, già bestseller internazionale, l’autore ha attinto a un ampio ventaglio di casi personali e aziendali reali per costruire un vero e proprio nuovo modello, affascinante e anticonvenzionale, di ciò che realmente serve per guidare e ispirare le persone. Ed è una motivazione forte. Una forte consapevolezza non per fare sempre le stesse cose, nè nello stesso modo, ma per le stesse ragioni.

Steve Jobs, Martin Luther King e i fratelli Wright, pur in campi tanto diversi, condividono lo stesso segreto: tutti sono “partiti dal perché”. Spesso le organizzazioni motivano all’acquisto attraverso incentivi, abbassando i prezzi e minando i profitti. Altre volte comunicano il cosa fanno o il come lo fanno, ma questi aspetti si perdono in un mare di cose interscambiabili in cui ci si può perdere facilmente.

Invece, quando ci strasmettono il perché, ci conquistano, ci fanno sentire coerenti e questo è quello di cui abbiamo più bisogno. Saper partire dal perché non richiede particolari doti innate, ma richiede coerenza e disciplina.

L’avete letto? Vi è piaciuto? Raccontatemi la vostra esperienza con il libro… vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Da qualche parte tra questo pianeta e la luna, il basso si trasforma in alto e l’alto in basso.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

Aspettando i soccorsi

Aspettando i soccorsi

Dicono che c’era una volta una miniera in cui ci fu un crollo che lasciò isolati sei minatori che lavoravano in una galleria molto profonda estraendo minerali dalle viscere della Terra. L’uscita del tunnel era sigillata. Si guardarono l’un l’altro in silenzio, valutando la situazione.

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Quando mi chiedono perchè parlo di plandemia e rispondo che non mi convince la narrativa, è dovuto anche a che ho letto libri come questo Fake news: sicuri che sia falso? Gestire disinformazione, false notizie e conoscenza deformata, di Andrea Fontana, che mi hanno insegnato a vedere in maniera diversa le notizie.

Encanto (2021)

Encanto (2021)

Per la settimana del mio compleanno voglio parlarvi dell’ultimo film Disney che ho visto, Encanto, un film ambientato nella bellissima Colombia, che parla di una famiglia speciale e magica, in cui ogni membro riceve un dono all’età di cinque anni, tranne Mirabel, che non ha avuto quella fortuna.