chi ha i miei problemi?

Martedì prossimo parleremo di problemi, di chi ha in concreto i miei problemi, continuando con il discorso sulle voci che appartengono alle parti di noi che si dividono in due squadre, quella  dell’ego e dell’anima, e di come possiamo vedere per ognuno dei nostri problemi, quale di queste parti, quale di queste squadre considera che  la situazione in questione è un problema.

Anche perchè non sappiamo, per l’altra squadra, la stessa situazione potrebbe essere sia qualcosa di poco interessante che un’opportunità.

Facendo questa distinzione possiamo capire molto sia del problema che di come risolverlo… ma soprattutto possiamo prendere le giuste distanze necessarie per poter risolverlo.

Come abbiamo già detto altre volte, la prospettiva è un grande alleato in questi casi. Infatti, vedremo che la radice dei problemi è sempre la nostra identificazione con un ruolo e con una credenza su come dovremmo essere per vivere nel modo migliore quel ruolo, su come dovrebbe essere qualcun’altro che ha ruoli simili o complementari, o su come dovrebbe essere il mondo.

 Ma anche vedremo che, spesso non siamo i soli ad avere un problema, gli unici a poter fare qualcosa, a poter immaginare, trovare o creare una soluzione, soprattutto quando non siamo i responsabili…

Vi ispira? Vi aspetto!

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Nella vita non ci sono errori, solo lezioni. Non esiste qualcosa che si possa chiamare esperienza negativa, ma occasioni per crescere, imparare e procedere lungo la strada del dominio di sé. Anche il dolore può essere un meraviglioso maestro

 

Tutto normale il prossimo natale (2021)

Tutto normale il prossimo natale (2021)

Tra un mese è Natale e, siccome io amo il Natale ho iniziato a guardarmi i film di Natale di quest’anno con un film Brasiliano, Tutto normale il prossimo Natale, un film sullo spirito del Natale, particolare, che ha incantato persino me che non amo la comicità brasiliana.

l’ordine delle cose

l’ordine delle cose

Dicono che c’era una volta un uomo molto saggio a cui tutti andavano a chiedere consiglio e parole di conforto per ogni occassione. Dicono che una volta uno dei signori più ricchi del luogo gli chiese una frase importante per conmemorare la nascita del suo primo nipote.

La tua parola è una bacchetta magica (1927)

La tua parola è una bacchetta magica (1927)

Questa settimana, ho letto un’altro libro di Florence Scovel Shinn, questa volta ho letto La tua parola è una bacchetta magica, un po’ come il gioco della vita, un compendio di rifflessioni, affermazioni e storie sulla legge di attrazione e il New Thought.