ottimismo e pessimismo

Spesso molti confondono il mio ottimismo con ingenuità. Io non sono d’accordo, infatti abbiamo già parlato più volte di quanto il mio concetto di pensiero possitivo (con due esse) sia più che altro un esercizio di  realismo ottimista o di ottimismo realistico, come preferite.

Ieri parlavamo di déi e del fatto che possiamo scegliere a quale credere, seguire, venerare. E del fatto che, in funzione di quale Dio scegliamo di seguire, ci comporteremo di conseguenza e vivremo di conseguenza.

Se non vi piace chiamarlo Dio, possiamo semplicemente parlare di regole del sistema (società) in cui viviamo. Queste regole sono necessarie per poter sopravvivere e prosperare. Sono pensieri tipo “il mondo è bello, giusto, ecc” o “il mondo è brutto, ingiusto, ecc”.

 Tutti sanno che, quando ci succedono più cose brutte che belle, finiamo per pensare che il mondo è brutto ma pochi sanno che se ci succedono più cose brutte che belle è perchè crediamo che il mondo è brutto.

Quando ho letto questo pensiero per la prima volta mi ha subito convinta perchè nella mia vita, nella mia esperienza, anche senza saper come funzionava, ho sempre pensato e sperato il meglio, e l’ho trovato molto più spesso di quanto possa sembrare probabile usando solo la matematica o la logica.

Il mio invito possitivo di oggi è a provare a cambiare, poco a poco, a dare un’opportunità a questa possibilità che il mondo possa essere migliore di quanto sembra. Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Da qualunque disavventura si può trarre un vantaggio (basta avere la pazienza di cercarlo)

 

l’arte di pensare chiaro (2014)

l’arte di pensare chiaro (2014)

Oggi voglio parlarvi di nuovo di un libro di Robin Sharma, Il club delle cinque del mattino, un romanzo meraviglioso che parla del tempo che molti sentiamo che non è mai abbastanza, per fare tutto quello che vogliamo e per farlo bene, di dove trovarlo, e di come sfruttarlo al meglio.

l’erba cattiva (2018)

l’erba cattiva (2018)

Anche questa settimana, e sempre per caso su Nextflix, ho visto un film molto simpatico, questa volta con Eddie Murphy, Immagina che, una bellissima storia su uno di quei padri troppo impegnati con il lavoro per prestare attenzione ai figli.

giocatori PRO

giocatori PRO

Ieri, al nostro incontro, ancora online, di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, abbiamo parlato, come promesso, delle diverse parti di noi e di una tecnica per riconoscerle, per integrarle, ma soprattutto abbiamo parlato del perchè stiamo facendo questi incontri, per diventare dei giocatori livello P.R.O. di questo gioco che è la vita.