La teoria del tutto

In questi giorni, mi sono guardata La teoria del tutto, un film di una bellezza rara, basato sul libro verso l’infinito, in cui la moglie di Stephen Hawking parla della sua genialità, della sua malattia, e della loro vita insieme, con Eddie Redmayne che vinse l’oscar.

Un film che racconta la loro vita da quando si sono conosciuti, due giovani studenti a Cambridge, fino a quando a lui viene offerto il titolo di cavaliere dell’ordine britannico per le sue scoperte scentifiche.

Un film sull’amore, sull’amicizia, sull’allegria e sul coraggio che parla di un uomo il cui corpo doveva durare due anni, secondo i medici, ma siccome non si è arreso, è durato molti di più, grazie alla loro forza, a quella forza che ha chi conosce la differenza tra l’accettazione e la rassegnazione.

p.s. una delle cose che più mi ha colpita è il fatto che il film sia uscito quando lui era ancora vivo.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Qualunque cosa ti capiti nella vita, tu solo hai la facoltà di decidere come reagire. Se ti abitui a cercare in ogni situazione il lato positivo, la qualità della tua vita sarà più elevata e più ricca. Questa è una delle leggi più importanti della natura

 

Un amico straordinario (2019)

Un amico straordinario (2019)

La settimana scorsa, mentre cercavo il trailer di Big ho trovato questo film di Tom Hanks che mi era sfuggito quando era uscito: Un amico straordinario, un film che racconta una storia vera, la storia di Fred Rogers, personaggio televisivo amato dai bambini negli Stati Uniti.

cavalcare la tigre

cavalcare la tigre

La settimana scorsa abbiamo parlato della terapia narrativa come un modo di viaggiare nel tempo ma, forse sarebbe più accurato ancora parlare di questi esercizi come di viaggi nella nostra immaginazione.

i nostri maestri

i nostri maestri

Ieri, durante la cena, mi sono riferita a una persona come ad uno dei miei “maestri” e mia figlia mi ha detto qualcosa tipo “non credo che tu possa imparare molto da certe persone, non vorrei che diventassi come loro”. Il commento mi ha fatto sorridere e mi ha ispirato questo post su cosa intendo con la parola maestro.