spendere o investire

spendere o investire

L’altro giorno, parlando delle difficoltà dei ragazzi in questo periodo di quarantena, dicevo che, secondo me la più grande differenza rispetto a noi quando avevamo la loro età, è che a loro è stato rubato il futuro.

divide et impera

divide et impera

In questi giorni di inizio dell’apertura e della ripresa dopo COVID stiamo vedendo gli effetti della quarantena sulle persone, e non sono gli stessi su tutti, tutti abbiamo un mix di voglia di uscire e fare le cose di cui abbiamo sentito la mancanza e paura.

al lupo

al lupo

Dicono che c’era una volta, in un villaggio nelle montagne, un pastore che, ogni tanto, mandava suo figlio a fare la guardia alle pecore. Il ragazzino si annoiava tanto, mentre pensava agli amici giù in valle che decise di vendicarsi facendo uno scherzo.

Nel castello interiore (2015)

Nel castello interiore (2015)

Oggi voglio parlare di nuovo di un libro di Caroline Myss, Guarisci l’impossibile, Vai oltre la forza di gravità. In questo caso, parla di come scoprì che alcune persone erano guarite durante i suoi incontri, in una maniera che la razionalità non può spiegare, con il potere della preghiera e della grazia.

cruscotto della vita

cruscotto della vita

Ieri abbiamo fatto di nuovo un incontro di facciamo pace, online, un po’ più organizzato del primo, per riprendere argomenti già visti, come la ruota della vita, con un nuovo approccio che sto preparando nel mio nuovo libro, 13 cose che ho imparato giocando a garden scapes.

S.A.L.

S.A.L.

Ieri qualcosa è cambiato, timidamente, qualcuno è uscito anche solo a fare due passi, a trovare i propri cari, a correre. Non è finita ma si inizia a vedere che non durerà per sempre, perciò mi è sembrato il momento di fare un po’ il punto della situazione

balliamo?

balliamo?

Dicono che una volta c’era una anziana molto saggia e molto dolce che abitava in una casetta vicino al mare. La sua casa non era molto grande e non un lavoro molto importante ma, chiunque avesse bisogno poteva bussare alla sua porta per chiederle un consiglio.

Il libro definitivo dello Human Design (2019)

Il libro definitivo dello Human Design (2019)

La prima volta che ho sentito parlare dello Human Design fu al ritorno delle vacanze dell’estate del 2016. Una amica mi invitò ad un incontro in cui si faceva la lettura del proprio grafico o mandala Rave, in questi giorni, mi é capitato fra le mani il Il Libro Definitivo dello Human Design System®, di Lynda Bunnell e il creatore del sistema Ra Uru Hu.

conclusioni

conclusioni

In questi giorni in cui “sembra” che le limitazioni stiano per volgere alla fine, ognuno di noi sta traendo le proprie conclusioni e tutti abbiamo un’opportunità unica di riflettere su quel che abbiamo vissuto, sulla mancanza di libertà, sulla paura, sulle ristrettezze…

dentro e fuori

dentro e fuori

Parlando di crescita personale, in questi giorni sta girando su facebook e dintorni un’immagine molto carina che ci invita a riflettere sugli atteggiamenti e le attività che corrispondono alle zone di comfort (paura), apprendimento e crescita durante questa “crisi” del Covid19.

cucire a mano

cucire a mano

Dicono che una volta ci fu una quarantena terribile in un paese molto grande. Tutti erano a casa, non si poteva andare a lavorare, nè a scuola, nè a trovare amici o parenti. ognuno doveva stare a casa sua senza vedere nessun’altro.

Vorrei averlo fatto (2012)

Vorrei averlo fatto (2012)

Oggi voglio parlarvi di un libro che ho deciso di finire di scrivere proprio in questo periodo di quarantena, chiaramente, visto che lo sto scrivendo ora non potete ancora trovarlo nelle librerie ma potete leggerlo online, lo sto scrivendo su Wattpad e si chiama 13 cose che ho imparato giocando a garden scapes.

fare pace

fare pace

Chi mi conosce sa che la serenità e la pace sono tra i miei temi preferiti. Il nome dell’incontro bisettimanale che tengo da cinque anni, facciamo pace, si riferisce alla pace interiore, con noi stessi, ma oggi voglio parlare di fare pace con gli altri.

come stai

come stai

Qualche mese fa abbiamo parlato di come affrontare le accuse ingiustificate. In questi giorni che un po’ tutti accusano un po’ tutti, ci penso spesso, a quello che ci manca veramente, come umanità, e secondo me è chiederci come stiamo.

il debito

il debito

Dicono che c’era un piccolo paesino in cui tutti erano indebitati con tutti e nessuno sapeva come fare ripartire l’economia. Tutti erano sempre più tesi, e arrabbiati, e vedevano nemici ovunque, e non vedevano nessuna uscita.

Il Codice Segreto del Linguaggio (2019)

Il Codice Segreto del Linguaggio (2019)

Oggi voglio parlarvi di un libro che ho deciso di finire di scrivere proprio in questo periodo di quarantena, chiaramente, visto che lo sto scrivendo ora non potete ancora trovarlo nelle librerie ma potete leggerlo online, lo sto scrivendo su Wattpad e si chiama 13 cose che ho imparato giocando a garden scapes.

controproducente

controproducente

In questi giorni sembra che il mondo dei social ci sia una divisione molto aguerrita tra quelli che non ne possono più di questa situazione e scrivono ovunque “state a casa” e quelli che non ne possono più di quelli scrivono ovunque “state a casa”.

il primo colpevole

il primo colpevole

Stavo pensando che in questi giorni in cui non possiamo uscire e le nostre informazioni arrivano soprattutto dalle telvisioni, radio, giornali e dai social, abbiamo un’opportunità davvero meravigliosa per imparare a pensare con la nostra testa.

paura di ammalarsi

paura di ammalarsi

Dicono che c’erano, alle origini dell’umanità, due tipi diversi di coscenza, una addormentata che si era disconnessa, che chiamavano l’Ombra perchè era rimasta attaccata al passato e una sveglia e ancora connessa che chiamavano la Luce.

Il super senso (2019)

Il super senso (2019)

C i è voluta la quarantena perchè io mi sia decisa a trovare il tempo per leggere, finalmente, il secondo libro sulle avventure di Leonard Want, Il super senso, del mio ammiratissimo Paolo Borzacchiello, un mago delle parole come sistano pochi al mondo.

un consiglio

un consiglio

Ieri abbiamo fatto un incontro di facciamo pace, speciale, online, un po’ diverso dal solito ma neanche troppo, per parlare delle difficoltà che ognuno di noi sta incontrando in questi giorni e siamo arrivati ad un consiglio valido un po’ per tutti.

imparare dal coronavirus

imparare dal coronavirus

Qualque giorno fa, su facebook, un carissimo amico ha lanciato una domanda su cosa abbiamo imparato dal coronavirus. La domanda era aperta a tutti, ma mi ha detto che aveva un interesse particolarte per la mia opinione, perciò ci ho pensato un po’ e questa è la mia risposta.

luce e ombra

luce e ombra

Dicono che c’erano, alle origini dell’umanità, due tipi diversi di coscenza, una addormentata che si era disconnessa, che chiamavano l’Ombra perchè era rimasta attaccata al passato e una sveglia e ancora connessa che chiamavano la Luce.

L’Arte di Pensare Chiaro (2013)

L’Arte di Pensare Chiaro (2013)

Oggi voglio parlarvi di un’altro libro molto pratico, L’Arte di Pensare Chiaro (e di lasciare agli altri le idee confuse) di Rolf Dobelli, un libricino di racconti con sostanza, non è nè un romanzo nè un saggio ma è insieme di riflessioni sulla vita.

filtrare le notizie

filtrare le notizie

In questi giorni continuano ad arrivare messaggi di ogni tipo, su quello che sta sucedendo, nel nostro paese, negli altri paesi, che possono influenzare il nostro stato d’animo dando fuoco alle nostre emozioni più distruttive, come la paura e la rabbia.

il conto

il conto

Dopo un po’ di giorni, in cui tutti parlano di coronavirus, degli effetti della malattia e delle misure prese per sottometterla che stanno mettendo in moto i diversi paesi, dei suoi effetti anche economici, psicologici e sulla società, voglio dirmi la mia.

obiettivi comuni

obiettivi comuni

Dicono che c’era una volta un preside preoccupato perchè i suoi allievi erano sempre più competitivo fra di loro, non si aiutavano, facevano fatica a fare lavoretti e ricerche di gruppo. Quando iniziarono a snobbare i più deboli e lenti decise che bisognava fare qualcosa.

13 cose che ho imparato giocando a garden scapes (2020)

13 cose che ho imparato giocando a garden scapes (2020)

Oggi voglio parlarvi di un libro che ho deciso di finire di scrivere proprio in questo periodo di quarantena, chiaramente, visto che lo sto scrivendo ora non potete ancora trovarlo nelle librerie ma potete leggerlo online, lo sto scrivendo su Wattpad e si chiama 13 cose che ho imparato giocando a garden scapes.

il lutto

il lutto

In questi giorni di quarantena in cui abbiamo dovuto rinunciare agli incontri di facciamo pace, e a tante altre cose, pensavo che potrebbe essere interessante parlare di perdite e di lutto, ma più che altro, di come superare questo le crisi e scoprire le opportunità.

la vita di prima

la vita di prima

In questi giorni di privazioni per tutti, e di paure, ansie e frustra-zioni per molti, sento sempre più spesso gente che spera, che si chiede quando torneremo alla vita di prima? Alcuni rispondono che non torneremo presto, altri dicono che mai.

i due lupi

i due lupi

Dicono che c’era una volta un anziano Cherokee che, seduto alla porta della sua tenda, osservava i ragazzini giocare alla guerra. Ad un certo punto i più piccoli si arrabbiarono così tanto da dire che non avrebbero giocato mai più con i grandi.

tu non sei la tua ansia (2019)

tu non sei la tua ansia (2019)

Oggi voglio consigliarvi un libro appropriato per questo periodo storico, Tu Non Sei la tua Ansia, Manuale di sopravvivenza per menti ansiose, di Aaron Gillies. Una simpatica e irriverente guida per sopravvivere all’ansia e agli attacchi di panico.

andrá tutto bene

andrá tutto bene

In questi giorni di quarantena in cui non abbiamo gli incontri di facciamo pace, ma voglio inviarvi il mio solito messaggio di otti-mismo e responsabilità accodandomi al messaggio che sta girando sul web, per ricordarci che andrà tutto bene.

respira

respira

Non credo ci sia niente così sottovalutato come il respiro. Forse non può risolvere i problemi ma può metterci in condizioni di farlo. Qualche anno fa, un mio amico e spiritual coach, Nicola Alagna, mi cambiò la vita con una sola parola, più volte al giorno: respira!

quando ero giovane

quando ero giovane

Dicono che c’era una volta un ragazzino molto intelligente, che stava antipatico a tutti. Sapeva sempre come risolvere ogni problema, e cosa era meglio per tutti. Ma troppo spesso era scorbutico e litigioso.

Big Magic (2016)

Big Magic (2016)

Questa settimana, per compensare tutta l’ansia che sento in giro, volevo parlare di un libro leggero. Ho scelto Big Magic, di Elizabeth Gilbert, l’autrice di Mangia, prega, ama. Tre anni fa ne abbiamo parlato per via della sua versione cinematografica.

rallentare

rallentare

Questa settimana non c’è stato l’incontro di facciamo pace, per rispettare le direttive per la contenzione del coronavirus.In questi giorni la quarantena decisa dal governo ci sta limitando tanto ma ci sono tante cose che possiamo fare ancora.

sensibilità e insensibilità

sensibilità e insensibilità

In questi giorni difficili, l’effetto più grave di questo virus (insieme alle misure restrittive della nostra libertà che il governo sta dettando) è il metterci tutti contro tutti. Stanno approfittando delle nostre sensibilità e delle nostre insensibilità.

la diga

la diga

Dicono che c’era una volta un paesino piccolo che, per paura di essere conquistato, cercava di farsi notare fra i paesi più grandi. I suoi governanti pensavano solo a questo, per loro era persino più importante delle piccole cose e della quotidianità.

La paura delle malattie (2018)

La paura delle malattie (2018)

In questi giorni tutti parlano del virus, di quanto sia pericoloso, di quanto sia mortale, di quanto sia contaggioso… alcuni per dire che è terribile e altri per dire che non lo é. Con tutte queste informazioni ho pensato di parlare del libro La Paura delle Malattie, di Giorgio Nardone.

pensiero possitivo

pensiero possitivo

Ormai sono in Italia da tanti anni e parlo abbastanza bene da aver scritto persino un libro, ma le mie figlie mi prendono in giro perchè non ricordo mai se è vasoio o vassoio. Un’altro dei miei errori era con la parola positivo, che pronunciavo possitivo.

per sicurezza

per sicurezza

Due settimane fa abbiamo parlato del fatto che viviamo in un mondo che è governato dal culto del “facile”. Oggi, con tutto il sistemache ci dice di non andare nel panico ma di tenerci alla larga da tutti, voglio parlare del culto della sicurezza, che ci rende paradossalmente, sempre più insicuri.

sono solo poche fermate

sono solo poche fermate

Dicono che c’era una volta una donna anziana e gentile che salì su un pullman e si sedete serenamente in uno dei sedili dietro all’autista. La donna mise la sua piccola borsettina sulle sue gambe si mise a guardare dal finestrino sorridendo.

l’arte di stare in silenzio (2018)

l’arte di stare in silenzio (2018)

Oggi voglio parlare di nuovo di un libro piccolo, semplice e con-creto, l’arte di stare in silenzio, il metodo infallibile per non parlare a sproposito, di Amber Hatch. Un libro che più che di silenzio “fuori” parla di come creare, e godersi, il silenzio dentro.