Nick lo scatenato (1984)

Questa settimana voglio parlare di nuovo di un film molto vecchio, con due fantastici Sylvester Stallone e Dolly Parton , Nick lo scatenato. Una bellissima commedia sulle possibilità, sui miracoli che fa la fiducia, sull’allenamento, e sul coaching.

Inizia con una discussione tra Jake Ferris (Dolly Parton), una star della musica Country e il suo manager che finisce con una scom-messa in cui lei dice di poter fare diventare chiunque una star un sole due settimane e lui accetta con una sola condizione: quella di essere lui a scegliere chi. E sceglie al rude tassista Nick Martinelli, interpretato da Stallone.

È una sfida con i fiocchi perchè lui è proprio come lo conosciamo in altri film, forte, rissoso e attaccabrighe, cittadino, poco sensibile e il più lontano dall’immagine di un cantante che possiamo immaginare.

Ma lei lo trasforma, lo fa innamorare, entrare nel personaggio del cantante, lo forma, lo allena e dimostra che chiunque può fare quel che vuole se è veramente motivato.

Una commedia molto divertente e allo stesso tempo un invito a non arrenderci mai, a non avere paura di cambiare nè di provare cose nuove. Inoltre, anche la sceneggiatura è di Stallone, come in molti dei film di cui è protagonista (Rocky, Rambo) e altri in cui non l’avrei immaginato come Staying Alive con il Tony Manero della febbre del sabato sera.

L’avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Secondo accordo: Non prendere nulla in modo personale. Anche al centro dell’inferno, sperimenterete pace interiore e felicità. Starete nella vostra beatitudine e l’inferno non potrà toccarvi.

Don Miguel RuizDon Miguel RuizI Quattro Accordi

 

nove per dieci, novantuno

nove per dieci, novantuno

Dicono che c’era una volta un professore di matematica adorato dai suoi ragazzi perchè parlava la loro lingua e sembrava capire i loro problemi come pochi adulti potevano fare. Un giorno che la classe era particolarmente agitata, entrò e, senza parlare iniziò a scrivere alla lavagna.

Pazzo di lei (2021)

Pazzo di lei (2021)

Anche qesta settimana, per caso su Nextflix, ho visto un bellissimo film, questa volta spagnolo, Pazzo per lei, un film molto profondo e allo stesso tempo leggero, che fa commuovere e allo stesso tempo pensare, sull’amore, sulle difficoltà, sulle aspettative e sulla normalità.

permesso

permesso

Martedì al nostro prossimo incontro, ancora online, di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, vedremo le cose che non riusciamo a fare, che non possiamo fare, e quelle che abbiamo persino smesso di volere. E parleremo delle diverse ragioni per cui questo è così.

lo scemo del villaggio

lo scemo del villaggio

Dicono che c’era una volta un villaggio sperduto in cui l’attrazione turistica principale era lo scemo del villaggio, al quale i turisti e le persone del luogo, erano soliti prendere in giro, per l’ignoranza che sfoggiava del valore delle monete.