molto lavoro

Dicono che c’era una donna eremita che viveva da sola in una montagna, passava le giornate a meditare, ad esercitarsi da sola e a cantare e ballare i suoi canti e balli rituali, aveva studiato con un maestro peruviano e da allora continuava da sola il suo lavoro.

Ogni tanto qualcuno saliva e le chiedeva cosa faceva lì da sola. E lei rispondeva che aveva molto lavoro. Un giorno salì un giovane che la aveva osservata dal paese per giorni e si era incuriosito dei suoi movimenti e dell’energia che sembrava circondarla.

– cosa fai qui da sola? – chiese
– ho molto lavoro da fare – rispose lei.

– lavoro? quale lavoro? qui non c’è nulla!
– devo allenarele fiere, i falchi, le aquile, calmare i coniglietti, disciplinare il serpente, motivare un asinello e domare un leone.

– e dove stanno adesso? non vedo nessuno qui! – sorrise
– sono tutti dentro di me…
– I falchi si lanciano su qualsiasi cosa si muova, senza pensare se può farmi bene o male, devo allenarli perchè cerchino solo cose belle, sono i miei occhi;
– le acquile con i loro artigli feriscono e strappano qualsiasi cosa. devo insegnare loro a non fare del male, sono le mie mani;
– i conigli vogliono andare solo dove si trovano bene, ed evitare ogni difficoltà, devo insegnare loro a camminare anche tra le sofferenze per poter andare avanti, sono i miei piedi;
– l’asino è sempre stanco, ostinato e testardo, è il mio corpo;
– il serpente è chiuso in gabbia ma comunque anche da lì riesce a mordere ed avvelenare chiunque si avvicina quando è agitato, è la mia lingua;
– e poi c’è il leone, orgoglioso e vanitoso, crede di essere il re e vuole comandare tutti, è il mio ego!

Dopo un momento di silenzio, lei aggiunse:
– e tu? qual’è il tuo lavoro? come stanno i tuoi animali?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Cambiando il modo in cui elaborate ogni evento che via via si presenta sul vostro cammino, potrete vivere una vita felice e realizzata, priva di disordine emotivo.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. Dyeril mio sacro destino

 

proteggersi o non proteggersi

proteggersi o non proteggersi

La settimana prossima, all’incontro del mese di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, continueremo il nostro percorso per smontare fake news, falsi miti e falsi bisogni” e parleremo in maniera più personalizzata di protezione e sicurezza.

la libertà di espressione

la libertà di espressione

In questi ultimi anni di boom dei social media, molti dicono che con questi mezzi l’intelligenza è diminuita, altri che era già bassa ma non lo si vedeva. Ognuno può dire la sua e arrivare a migliaia di persone, dai politici all’ultimo arrivato come la signora di “non c’è coviddi”.

l’ottavino

l’ottavino

Dicono che c’era una volta una orchestra famosa, conosciuta da tutti perché la loro musica era perfetta, speciale, unica, e suonava come una melodia celestiale. Ovunque suonavano, il pubblico rimaneva sempre affascinato…

Diventa chi sei (2018)

Diventa chi sei (2018)

Oggi vorrei parlare di un libro diverso, dopo le vacanze si torna al lavoro e molti si chiedono se il loro lavoro sia il migliore per loro o se dovrebbero cambiare. Emilie Wapnick nel suo libro Diventa chi sei, Una pratica guida per persone creative che hanno molteplici passioni e interessi, ci parla di come rispondere a questa domanda.