Moglie e marito (2017)

Per iniziare l’anno con due risate, oggi voglio parlarvi di nuovo di una commedia italiana, Moglie e marito, con una fantastica Kasia Smutniak, e un divertentissimo Pierfrancesco Favino. Una simpaticissima storia di scambio di personalità con un approccio più scientifico che magico.

Un film sulle incomprensioni e sui segreti che possono rompere le coppie in un mondomolto complesso, pieno di miliardi di mpegni e distrazioni che ci portano a perdere di vista la capacità di condividere e di sentire empatia.

Inizia con una coppia che va da una psicologa per fare terapia, come ultima spiaggia prima di arrivare al divorzio. Vediamo come la loro comunicazione, sia durante la seduta che quando escono. Parlano proprio due lingue diverse e non sanno ascoltare.

Ma lui è un dottore e anche un po’ uno scienziato pazzo che sta lavorando su una macchina che potrebbe servire per leggere la mente e, per un cortocircuito, durante una prova, si ritrovano ognuno nel corpo dell’altro o, meglio ancora, ognuno con la mente dell’altro.

Con alcuni punti molto originali e anche i soliti già noti da film di questo tipo, con la mente l’uomo che si deve comportare da donna e non ha idea di come farlo e viceversa. Mi ha fatto ridere, preoccupare e identificare con le emozioni di ogni personaggio e con le loro difficoltà.

Provate a immaginare cosa fareste se succedesse a voi, così, una mattina, vi svegliaste in un corpo che non è il vostro, cosa fareste, cosa potreste imparare, possiamo impararlo anche senza che succeda realmente. no?

L’avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Nulla al mondo è normale. Tutto ciò che esiste è un frammento del grande enigma.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

nove per dieci, novantuno

nove per dieci, novantuno

Dicono che c’era una volta un professore di matematica adorato dai suoi ragazzi perchè parlava la loro lingua e sembrava capire i loro problemi come pochi adulti potevano fare. Un giorno che la classe era particolarmente agitata, entrò e, senza parlare iniziò a scrivere alla lavagna.

Pazzo di lei (2021)

Pazzo di lei (2021)

Anche qesta settimana, per caso su Nextflix, ho visto un bellissimo film, questa volta spagnolo, Pazzo per lei, un film molto profondo e allo stesso tempo leggero, che fa commuovere e allo stesso tempo pensare, sull’amore, sulle difficoltà, sulle aspettative e sulla normalità.

permesso

permesso

Martedì al nostro prossimo incontro, ancora online, di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, vedremo le cose che non riusciamo a fare, che non possiamo fare, e quelle che abbiamo persino smesso di volere. E parleremo delle diverse ragioni per cui questo è così.

lo scemo del villaggio

lo scemo del villaggio

Dicono che c’era una volta un villaggio sperduto in cui l’attrazione turistica principale era lo scemo del villaggio, al quale i turisti e le persone del luogo, erano soliti prendere in giro, per l’ignoranza che sfoggiava del valore delle monete.