modestia a parte

Abbiamo già parlato di come questo momento storico la società ci voglia sempre più mediocri perchè siamo più facili da gestire, e di come questo renda sempre più difficile spuntare come individui e trovare la nostra strada, la nostra missione e portarla a termine… anche se le risorse e le potenzialità continuano ad aumentare. E, per fare questo ci vuole anche modesti.

Io e la modestia non siamo mai andate molto d’accordo. Infatti, spesso sono stata ettichettata come immodesta, vanitosa, sfacciata… semplicemente perchè dicevo di saper fare delle cose, perchè parlavo apertamente delle mie capacità, potenzialità, perchè rispondevo alle domande sincera e sicura di me stessa.

La gente, nella loro superficialità non riesce a capire la differenza fra la vanità e l’immodestia. La differenza più importante è il confronto con gli altri, quando dico di essere brava sto scomettendo su di me, se rispondo a una domanda con la versione migliore di me sto semplicemente dandomi l’opportunità di diventarlo sempre di più, è un segno di forza. Invece, quando mi vanto, sto dicendo di essere migliore di qualcuno, non sto più parlando della mia bravura. Sto svalutando gli altri per poter spuntare, e questo è un segno di debolezza.

Infatti, sia coloro che si vantano di qualsiasi cosa, che ti raccontano i propri meriti per farti sentire che i tuoi sono meno, sono gli stessi che pensano tu ti stia vantando quando semplicemente parli di quello che sai di essere o di saper fare. Per loro tutto è una gara, o vincono loro o devono smontare e sminuire l’avversario. Ed io provo tanta compassione per chiunque lo fa, quando lo fa.

Persino per me, quando mi scappa. Perchè anche a me scappa, a volte, di guardare, ascoltare, o pensare a qualcuno e chiedermi “ma chi si crede di essere?” dimenticando che i suoi atteggiamenti sono solo mostra di una debolezza inconscia e inconsapevole. Ma mi accorgo sempre più in fretta, scendo dalla navicella dei confronti e riprendo la mia strada, come dicevo, piena di compassione.

Può sembrare difficile, ma possiamo provare, alleniamoci!

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Quelli che riconoscono che i problemi fanno parte della condizione umana, e che non misurano la felicità dall'assenza di problemi, sono gli esseri più intelligenti che si conoscano, e sono anche i più rari.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

Tutto normale il prossimo natale (2021)

Tutto normale il prossimo natale (2021)

Tra un mese è Natale e, siccome io amo il Natale ho iniziato a guardarmi i film di Natale di quest’anno con un film Brasiliano, Tutto normale il prossimo Natale, un film sullo spirito del Natale, particolare, che ha incantato persino me che non amo la comicità brasiliana.

l’ordine delle cose

l’ordine delle cose

Dicono che c’era una volta un uomo molto saggio a cui tutti andavano a chiedere consiglio e parole di conforto per ogni occassione. Dicono che una volta uno dei signori più ricchi del luogo gli chiese una frase importante per conmemorare la nascita del suo primo nipote.

La tua parola è una bacchetta magica (1927)

La tua parola è una bacchetta magica (1927)

Questa settimana, ho letto un’altro libro di Florence Scovel Shinn, questa volta ho letto La tua parola è una bacchetta magica, un po’ come il gioco della vita, un compendio di rifflessioni, affermazioni e storie sulla legge di attrazione e il New Thought.

Detachment il distacco (2011)

Detachment il distacco (2011)

Ieri ho visto un film statunitense del 2021, Old, con cui ho rifflettuto tanto su tanti aspetti. La storia di una famiglia, una coppia di genitori con due figli piccoli, che va in vacanza in un posto paradisiaco e meraviglioso, trovato su internet, per rilassarsi e stare un po’ insieme tutti e quattro.

a come astrologia e archetipi

a come astrologia e archetipi

Un’altra parola molto importante per il Vocabolario possitivo che stiamo raccogliendo insieme nei nostri incontri facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, è astrologia, dal momento che parliamo spesso delle diverse voci che abbiamo nella testa e l’astrologia psicologica può aiutarci a capirle e integrarle.