Midnight in Paris (2011)

Oggi voglio parlarvi di un film di Woody Allen con un  Owen Wilson che a volte adoro e a volte no, Mezzanotte a Parigi. Una dolce e bellissima riflessione sul tempo, sul presente e il passato che, per alcuni, sembrava meglio.

Racconta la storia di un giovane scrittore di sceneggiature per Hollywood, un po’ frustrato, che vorrebbe diventare uno scrittore “vero”. Durante un viaggio a Parigi con la sua fidanzata, incontra, attraversando un portale nel tempo, i suoi idoli, tutti i personaggi della parigi degli anni 20, da Picasso a Heminway per citare alcuni.

Soffre di quello che chiamano sindrome dell’epoca d’oro, una specie di nostalgia e negazione romantica dell presente, che lo porta a tentare di fuggire da un presente noioso.

Le tre cose che ho amato di più sono state:

  • Il fatto che in ogni epoca che andava c’era sempre qualcuno che soffriva della stessa sindrome e sarebbe voluto vivere prima ancora, quando erano vissuti i suoi “maestri”;
  • il discorso di Heminway sull’amore come unico antidoto verso la paura della morte;
  • il discorso della Stein sul compito dell’artista di trovare un’antidoto per la futilità dell’esistenza.

L’avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Da qualunque disavventura si può trarre un vantaggio (basta avere la pazienza di cercarlo)

 

Se Dio vuole (2015)

Se Dio vuole (2015)

Ieri mi sono divertita da impazzire con Se Dio vuole con due attori meravigliosi Marco Giallini e Alessandro Gassmann. Un film tanto simpatico quanto realistico sulla chiesa, sulla fede, la fiducia e la speranza.

di regole ed eccezioni

di regole ed eccezioni

Spesso molti confondono il mio ottimismo con ingenuità. Io non sono d’accordo, infatti abbiamo già parlato più volte di quanto il mio concetto di pensiero possitivo (con due esse) sia più che altro un esercizio di realismo ottimista o di ottimismo realistico, come preferite.

per quale Dio lavori?

per quale Dio lavori?

Nelle religioni polteiste ci sono più dei e si può scegliere a quale Dio dirigersi in ogni momento. Nelle religioni monotesite c’è la chiesa che ci racconta la storia di Dio, una storia che è unica, ma ognuno di noi, dopo la personalizza e può farsi un idea di Dio completamente personale.

un campo di lamponi

un campo di lamponi

Dicono che c’era una volta un gruppo di ragazzi che, ogni anno, cercava un luogo per fare una settimana di campeggio in una delle valli che circondavano la loro città. Un estate, per caso, trovarono un posto fantastico vicino ad un campo di lamponi.