l’università del traffico

L

a settimana scorsa, in un corso di abbondanza, per la prima volta ho sentito parlare dell’università del traffico, si diceva che era la soluzione migliore per prepararci quando si vuole cambiare la propria vita, soprattutto per il suo prezzo contenuto sia in denaro che in tempo.

E non si tratta dell’ennesima versione di quello che tutti abbiamo detto o sentito qualche volta “l’università della vita“, questa è più simile a una vera università, con i suoi libri, con la differenza che abbiamo più libertà di scelta nelle materie.

Anche se, per molti, il traffico è soltanto una cosa molto stressante, un fastidio e una perdita di tempo, per alcuni quello spazio di tempo si può sfruttare per studiare, per prepararci, per leggere… insomma, come all’università, per imparare qualcosa di nuovo.

Io, che non passo molto tempo nel traffico, la chiamerei più “del tempo perso“, perchè studio mentre stendo, mentre metto in ordine la casa, mentre porto giù il cane… In tutti quei momenti faccio le stesse cose che facevo all’università.

Io, quando ero all’università, ascoltavo le lezioni, leggevo dei libri su un argomento, prendevo appunti, facevo delle riflessioni per vedere come applicare alla mia vita quello che avevo imparato, ed eventualmente degli esercizi pratici se la materia loconsentiva.

Ora faccio le stesse cose, e per molto tempo, grazie al cellulare, ascolto qualsiasi libro che riesco a trovare in pdf con un app che li legge e me li racconta. È vero, la voce è un po’ metallica ma, una volta che ti abitui, è uno strumento potentissimo.

Il mio invito possitivo di oggi è proprio a comprendere che abbiamo molto più tempo di quel che pensiamo, che possiamo sfruttarlo molto meglio di quanto non facciamo normalmente, e che dipende solo da noi. Che ne dite? Vi va?

0 Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. la palestra della vita ⋆ Amor Ben, ottimizzatrice... - […] ricordate che qualche settimana fa abbiamo parlato dell’università del traffico, ovvero, la possibilità di sfruttare il tempo “perso” per…

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Per assurdo, meno ti soffermi sull’obiettivo finale e più presto ci arriverai. Se tieni un occhio sempre fisso sulla destinazione, te ne rimane solamente uno per guidarti lungo il viaggio.

 

Modelli di famiglia (2001)

Modelli di famiglia (2001)

Questa settimana, ho letto di nuovo un libro di Giorgio Nardone, Modelli di famiglia, un libro meraviglioso sui rapporti all’interno delle famiglie e sui loro sviluppo e come condiziona la vita di ogni uomo, di ogni donna, dei genitori, e dei figli, sia all’interno della famiglia che all’esterno nei rapporti con gli altri.

i minatori

i minatori

Dicono che c’era una volta un maestro molto amato dai bambini per le sue spiegazioni e per i suoi esempi, spesso preferivano ascoltare le sue storie anche durante la ricreazione, invece di giocare a pallone. Un giorno i bimbi parlavano di potere e gli chiesero chi erano le persone più potenti in assoluto.

Basta dirlo (2021)

Basta dirlo (2021)

Anche questa settimana, ho letto un libro di Wayne Dyer,  questa volta è stato un libro di cui avevo visto un documentario perchè hanno fatto anche il DVD: Il cambiamento. Dall’ambizione al senso della vita. Viaggio spirituale alla ricerca dello scopo dell’esistenza.