L’eco della vita

08 Nov 21

Dicono che c’era una volta un ragazzino che si lamentava sempre di tutto e di tutti, degli amici, della scuola, della vita. Tutto gli sembrava contro di lui e aveva la sensazione di doversi diffendere sempre. Un giorno suo padre lo portò a passeggiare tra le montagne, per distrarsi.

Ad un certo punto il ragazzino, perso fra i suoi pensieri, inciampò con una roccia, cadde e, urlò: ”AAAhhhhhhhhhhh!!!” e, con suo grande stupore, sentì una voce, che veniva dalle montagne, e che diceva anche lei: “AAAhhhhhhhhhhh!!!”

– Chi sei? -urlò il ragazzino.
– Chi sei? -rispose la voce.
– Non ti vedo! Chi sei? -urlò di nuovo.
– Non ti vedo! Chi sei? -rispose di nuovo la voce.

La curiosità lasciò posto alla rabbia e il ragazzino si misse a urlare: “Codardo!” ma ricevette come unica risposta un: “Codardo!” Allora il ragazzino guardò suo padre e gli chiese:
– Papà, che succede? Chi è che mi risponde?

– Figlio mio, non è nessuno, -disse il padre vedendo in quella domanda un’opportunità di spiegargli una lezione sulla vita, e rispondendo con un gran sorriso- è un fenomeno naturale, guarda -disse e poi gridò all’aria- “Tu sei un campione!” – e, chiaramente la voce rispose “Tu sei un campione!”.

Il figlio era sorpreso ma non capiva. Allora il padre gli spiegò:

– La gente chiama questo fenomeno ECO ma in realtà è VITA. La Vita, come un eco, ti restituisce quello che tu dici o fai. Quando eri curioso ti ha risposto con suriosità, quando eri arrabbiato con rabbia, quando l’hai elogiato ti ha fatto sentire meglio.La vita non è altro che il riflesso delle nostre azioni. Se tu desideri più amore nel mondo, devi creare più amore nel tuo cuore; se vuoi che la gente ti rispetti, devi rispettare gli altri per primo. Questo principio va applicato in ogni cosa, in ogni aspetto della vita; la Vita ti restituisce ciò che tu hai dato ad essa. La nostra Vita non è un insieme di coincidenze ma è lo specchio di noi stessi. La fortuna è qualcosa che si può cambiare, cambiando il nostro atteggiamento.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ma cosa facciamo, in genere, quando abbiamo un sentimento negativo? "È colpa sua. Deve cambiare". No! Il mondo è a posto. Chi deve cambiare siete voi.

 

Aspettando i soccorsi

Aspettando i soccorsi

Dicono che c’era una volta una miniera in cui ci fu un crollo che lasciò isolati sei minatori che lavoravano in una galleria molto profonda estraendo minerali dalle viscere della Terra. L’uscita del tunnel era sigillata. Si guardarono l’un l’altro in silenzio, valutando la situazione.

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Quando mi chiedono perchè parlo di plandemia e rispondo che non mi convince la narrativa, è dovuto anche a che ho letto libri come questo Fake news: sicuri che sia falso? Gestire disinformazione, false notizie e conoscenza deformata, di Andrea Fontana, che mi hanno insegnato a vedere in maniera diversa le notizie.

Encanto (2021)

Encanto (2021)

Per la settimana del mio compleanno voglio parlarvi dell’ultimo film Disney che ho visto, Encanto, un film ambientato nella bellissima Colombia, che parla di una famiglia speciale e magica, in cui ogni membro riceve un dono all’età di cinque anni, tranne Mirabel, che non ha avuto quella fortuna.