Le stagioni dell’anima (2022)

17 Jun 22

 Questa settimana voglio parlarvi di un libro di quest’anno, di Sharon M. Koenig, Le stagioni dell’anima. 7 passi per scoprire il senso della tua vita, un libro di spiritualità semplice e pratico, che offre risposte alle domande che ci facciamo sempre di più in questo periodo.

Un libro che parla di Dio come un intelligenza che supera la nostra normale comprensione, che porta ordine in un mondo che sembra caotico, che unifica riesce a vedere il gioco completo, senza divisioni, senza tempo e senza spazio, in un unico, immenso, respiro amorevole.

 Un Dio che è la parte migliore di noi stessi e che possiamo “contattare” per ottenere guida e aiuto, seguendo questi sette passi. Che vanno eseguiti un ordine particolare, che comincia con un momento di volontaria osservazione di sé, seguito dalle fasi dell’accettazione e della gratitudine, prima di vivere un “cambiamento”.

Il percorso parte dalla consapevolezza che la realtà non sempre è come sembra, e imparando a guardare gli eventi della vita, le persone e anche a noi stessi, dalla prospettiva distaccata, del nostro grande osservatore, della parte più alta di noi.

Partendo da questa consapevolezza, il primo passo è diventare osservatori senza bisogno di giusicare tutto e di dover prendere parti; il secondo imparare ad accettare che c’è sempre una ragione dietro a quello che non capiamo; il terzo è imparare la gratitudine, perchè anche quando non lo vediamo c’è un lato positivo in ogni cosa; il quarto è l’invocazione della volontà divina, di quella parte più elevata di noi, che non si ferma alle apparenze e che non prende le cose sul personale; il quinto il perdono, perchè senza perdono non possiamo distinguere le guardie dei prigionieri, sono tutti nella stessa prigione; il sesto il lasciare andare, affidare le situazioni a Dio, a quell’inteligenza che sa tutto, per la quale non ci sono limitazioni, nè nel tempo nè nellospazio; e il settimo la diffusione del messaggio, perchè quando capiamo che tutto sarebbe più facile se tutti funzionassimo così.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

1) Il maggior freno al cambiamento è in noi stessi...
2) Le cose non migliorano se non cambi te stesso...
3) C’è sempre nuovo formaggio là fuori, che tu ci creda o no...

 

auguri e buoni propositi

auguri e buoni propositi

Un altro dei ricordi che mi mancano tanto di quando ero bambina è quello degli auguri di buon anno. Oggi giorno si parla solo di buoni propositi, di obbietivi da raggiungere, di sforzi, d’impegno… come se tutto dipendesse da noi, dai nostri desideri e dalla nostra volontà.

Klaus (2019)

Klaus (2019)

Questa settimana voglio parlarvi di un film molto simpatico, Klaus: I segreti del Natale, che racconta la storia di un Santa Klaus in un modo un po’ particolare, una leggenda nata un po’ per caso, pezzo a pezzo, da una serie di situazioni particolari e piccole coincidenze.

Goool! (2013)

Goool! (2013)

Questa settimana, visto che l’Argentina ha vinto il mondiale, ho pensato di rivedere un film argentino di dieci anni fa sul calcio: Goool! una bellissima storia sull’amicizia, sullo spirito di squadra, ma soprattutto sullo sport, in cui, per giocare, servono gli avversari, di cui dicono “è più quel che ci unisce che quel che ci separa”.