le dimensioni del cuore

24 May 22

L‘altro giorno una amica ha scritto su facebook qualcosa sul tempo da dedicare alla fiamiglia, agli amici, a quelle persone a cui diciamo di aver dedicato un pezzo del nostro cuore, con questa immagine, un cuore come una città, con la sua cartina.

Mi è piaciuto tanto e ho deciso di usarla per riflettere insieme a voi sulle dimensioni del cuore. Vi siete mai fermati a pensare che ci sono persone che diciamo hanno cuori giganti e altre che diciamo sembra che abbiano cuori minuscoli o persino che non abbiano cuore? Le persone con cuori grandi sono generose e accoglienti e quelle con i cuori piccoli sono egoiste e ciniche.

Il cuore, metaforicamente, rappresenta il nostro rapporto con le nostre emozioni, la nostra capacità di sentirle, condividerle, comprenderle e gestirle. E, come tutti i muscoli va allennato. Ma viviamo in una società che dice che dovrebbe essere al servizio della testa. Che è solo un inutile ingombro e andrebbe ignorato perchè ascoltarlo è pericoloso.

Il problema è che le emozioni sono uno strumento che ci permette di vivere in gruppo, e i gruppi sono più forti degli individui, perciò meno usiamo il cuore, più deboli ci sentiamo. La nostra ossessione con la logica che ci rende più forti in apparenza, ci rende più fragili dentro.

La buona notizia è che possiamo riprendere in qualsiasi momento a usare il nostro cuore, a prestare attenzione alle emozioni, a creare e condividere bei momenti con le persone che ci circondano, e ognuno di questi momenti farà crescere il nostro cuore in una progressione geometrica.

 Il mio invito possitivo di oggi è proprio a trovare un sano equilibrio fra la logica, che tutti abbiamo imparato a usare fin da piccoli e le emozioni, che molti abbiamo imparato a giudicare e nascondere, quando in realtà potremmo imparare ad usarle e diventare persone più complete, più sicure, più efficaci e più felici. Che ne dite? Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published.

Pensa agli altri, ci dice la società. Ama il prossimo tuo, esorta la Chiesa. A quanto pare, nessuno si ricorda mai del "come te stesso". Se è vero che vuoi conseguire la felicità nel presente, proprio questo, invece, dovrai imparare a fare: amare te stesso.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

Il filo invisibile (2022)

Il filo invisibile (2022)

Questa settimana ho visto un film italiano, molto nuovo e che parla di temi nuovi, come l’omogenitorialità, le famiglie arcobaleno, le madri portatrici, insieme ai temi di sempre, gli adolescenti, i problemi dentro e fuori la famiglia, ecc. Si chiama Il filo invisibile e mi è piaciuto molto.

Little Miss Sunshine (2006)

Little Miss Sunshine (2006)

Oggi ho visto di nuovo Little Miss Sunshine, uno di quei film che posso vedere una volta ogni tanto e mi fa commuovere sempre. La storia di una bambina di sette anni con un sogno, diventare reginetta di bellezza, ignorando ingenuamente che il suo aspetto non rientri nei canoni di bellezza richiesti.