la fidanzata di nonna (2019)

11 Mar 21

Anche qesta settimana, per caso su Nextflix, ho visto un bellissimo film, di nuovo spagnolo, La fidanzata di mia nonna, l’ultimo lavoro di una delle mie attrici Rosa Maria Sardà,  che, insieme ad un’altra delle mie attrici Verónica Forqué, parla di libertà, di amore e di famiglie.

Racconta la storia di due donne settantenni che decidono di dire a tutti che non sono solo amiche, che si amano e che vogliono sposarsi. La notiizia manderà in tilt la nipote di una di loro, il figlio dell’altra e il prete del paesino delle Canarie in cui abitano, che all’inizio, cercano in tutti i modi di convincerle a rinunciare all’idea.

Un film che parla di libertà, di genuinità, di ipocrisie e di maschere, con diverse storie di amore e di paure, di giudizi, di credenze e di tradizioni limitanti in una società pronta a farne a meno.

Se non l’avete visto, ve lo consiglio veramente tanto, se l’avete visto, ditemi cosa vi ha fatto pensare.

p.s. non ho trovato il trailer in italiano, vi lascio quello in versione originale.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Non puoi evitare che tristezza e paura ti volino attorno; quello che puoi evitare è che si costruiscano un nido nella tua testa.

 

la tazzina di caffè

la tazzina di caffè

Dicono che c’era una volta un gruppo di alunni, affermati nelle loro carriere, che andarono tutti insieme a trovare uno dei loro vecchi professori del liceo. Dopo un pò che erano lì la conversazione si trasformò in una serie di lamentele sullo stress del lavoro e della vita.

Pianeta Verde (1995)

Pianeta Verde (1995)

Questa settimana mia mamma mi ha fatto notare che hanno messo su Netflix uno dei film francesi degli anni 90 che io ho sempre adorato: Pianeta verde, di 1996. Uno di quei film, come La Crisi, di critica sociopolitica che ci fa vedere il nostro mondo da un’altro punto di vista.

Il filo invisibile (2022)

Il filo invisibile (2022)

Questa settimana ho visto un film italiano, molto nuovo e che parla di temi nuovi, come l’omogenitorialità, le famiglie arcobaleno, le madri portatrici, insieme ai temi di sempre, gli adolescenti, i problemi dentro e fuori la famiglia, ecc. Si chiama Il filo invisibile e mi è piaciuto molto.