Jocker (2019)

08 Oct 20

Finalmente ho trovato il coraggio di vedere Jocker, i adoro i film thriller ma, per quelli con risvolti psicologici mi serve una forza particolare, perchè sono così credibili che guardo le persone con occhi diversi, dopo.

Un uomo con seri problemi psicologici, in un mondo malato che lo provoca e lo pressiona fino a quando esplode… mi sembra qualcosa che potrebbe succedere in qualsiasi momento. Tante persone che conosciamo potrebbero avere dei disturbi e, in un clima selvaggio come quello che si sta creando nella nostra realtà, di tutti contro tutti e di disprezzo dei diversi, dei loro problemi, in maniera sempre più prepotente e ipocrita, potrebbero finire per fare qualcosa di terribile.

Per molti versi mi ha ricordato un’altro film, un giorno di ordinaria follia del 1993, una versione ambientata a Gotham,con tutto quello che quella città comporta.

Se l’avete visto ditemi cosa ne pensate?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Secondo accordo: Non prendere nulla in modo personale. Anche al centro dell’inferno, sperimenterete pace interiore e felicità. Starete nella vostra beatitudine e l’inferno non potrà toccarvi.

Don Miguel RuizDon Miguel RuizI Quattro Accordi

 

la tazzina di caffè

la tazzina di caffè

Dicono che c’era una volta un gruppo di alunni, affermati nelle loro carriere, che andarono tutti insieme a trovare uno dei loro vecchi professori del liceo. Dopo un pò che erano lì la conversazione si trasformò in una serie di lamentele sullo stress del lavoro e della vita.

Pianeta Verde (1995)

Pianeta Verde (1995)

Questa settimana mia mamma mi ha fatto notare che hanno messo su Netflix uno dei film francesi degli anni 90 che io ho sempre adorato: Pianeta verde, di 1996. Uno di quei film, come La Crisi, di critica sociopolitica che ci fa vedere il nostro mondo da un’altro punto di vista.

Il filo invisibile (2022)

Il filo invisibile (2022)

Questa settimana ho visto un film italiano, molto nuovo e che parla di temi nuovi, come l’omogenitorialità, le famiglie arcobaleno, le madri portatrici, insieme ai temi di sempre, gli adolescenti, i problemi dentro e fuori la famiglia, ecc. Si chiama Il filo invisibile e mi è piaciuto molto.