Il principe azzurro non esiste (2019)

Anche oggi, per San Valentino, voglio parlare di un’altro libro di Giulio Cesare Giacobbe, preso da poco… Il Principe Azzurro Non Esiste. Una riflessione sulle aspettative idealistiche che ci fregano perchè non possono essere portate alla realtà.

Secondo lui, la “storia del principe azzurro” ha rovinato più vite (soprattutto femminili ma anche maschili) che le malattie infettive più pericolose. Vite sprecate alla ricerca di qualcosa che non esiste e anche vite sprecate a convivere con quelli che lo sembravano.

Partendo dalla storia del principe azzurro e la cenerentola, ci fa notare che non ci hanno detto cosa è successo “dopo” il loro incon-tro. Improvvisa una serie di possibili interviste a principi e principes-se di tutti i tempi, uomini e donne che hanno si sono trovati come loro… persone troppo diverse e con letture della loro storia molto diverse.

Poi analizza la figura del principe azzurro come dovrebbe essere secondo la sua definizione e ci fa vedere come sia materialmente impossibile trovare un uomo che corrispoda a tale definizione. E ci fa vedere come le principesse che lo cercano soffrono di una certa nevrosi infantile, che si può curare diventando adulte e in contatto con la realtà.

Per finire analizzando cos’è veramente l’amore e il romanticismo e la loro utilità per vivere meglio. Da adulti, anzi, da genitori, diventan-do re e regine.

L’avete letto? Vi è piaciuto? Raccontatemi la vostra esperienza con il libro… vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Sii scettico, ma impara ad ascoltare. Non credere a te stesso e a nessun altro

Don Miguel RuizDon Miguel RuizIl Quinto Accordo

 

proteggersi o non proteggersi

proteggersi o non proteggersi

La settimana prossima, all’incontro del mese di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, continueremo il nostro percorso per smontare fake news, falsi miti e falsi bisogni” e parleremo in maniera più personalizzata di protezione e sicurezza.

la libertà di espressione

la libertà di espressione

In questi ultimi anni di boom dei social media, molti dicono che con questi mezzi l’intelligenza è diminuita, altri che era già bassa ma non lo si vedeva. Ognuno può dire la sua e arrivare a migliaia di persone, dai politici all’ultimo arrivato come la signora di “non c’è coviddi”.

l’ottavino

l’ottavino

Dicono che c’era una volta una orchestra famosa, conosciuta da tutti perché la loro musica era perfetta, speciale, unica, e suonava come una melodia celestiale. Ovunque suonavano, il pubblico rimaneva sempre affascinato…