Il leader che non aveva titoli (2011)

Oggi voglio parlarvi di nuovo di un libro di Robin Sharma, Il leader che non aveva titoli, un romanzo meraviglioso sulla leadership personale, quella che ognuno di noi può esercitare ogni giorno, indipendentemente del lavoro che fa, della posizione che occupa.

Un po’ come Il monaco che vendette la sua ferrari, racconta la storia di un uomo che ha scoperto un metodo per avere più successo e anche essere più felice, semplicemente facendo qualunque cosa al meglio che può, non arrendendosi al vittimismo e all’idea che ci siano dei lavori più importanti che altri..

L’eroe della storia, Blake Davis, il suo indimenticabile mentore, Tommy Flinn, e i quattro maestri straordinari che racontano come hanno fatto per cambiare il loro modo di lavorare e di vivere… sono dei personaggi immaginari, ma il metodo per la leadership stesso, come anche i principi, gli strumenti e le tattiche su cui e’ costruito, sono molto reali e hanno aiutato centinaia di migliaia di persone nelle piu’ grandi organizzazioni del mondo a essere vincenti negli affari e a essere all’avanguardia nel campo.

La filosofia del leader senza titoli parla di come ognuno di noi può mettere il proprio ingegno nel lavoro, in qualunque posizione si trovi, perchè ognuno di noi può renderlo importante e decisivo, per i nostri clienti, e anche influenzare i nostri colleghi, anche se non siamo dei team-leader.

E nei dialoghi che fanno i protagonisti possiamo trovare non solo le riflessioni che portano a capire i concetti, ma anche le domande e i consigli concreti per mettere in pratica tutto quello di cui si parla.

Vi ho incuriosito? Cosa ne pensate?… Aspetto i vostri commenti…

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Se devi scegliere tra avere ragione o essere gentile, scegli sempre di essere gentile.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. Dyeril mio sacro destino

 

flow (1990)

flow (1990)

Ieri mi è arrivato un email che diceva che, finalmente, si può leggere uno dei miei libri preferiti sugli argomenti di cui parliamo normalmente anche in italiano. Sto parlando di Flow di Mihály Csíkszentmihályi, che io ho letto più di vent’anni fa ma di cui ancora non avevo potuto parlarvi.

la gente che e la gente quando

la gente che e la gente quando

Ieri, al nostro incontro, ancora online, di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, abbiamo parlato, come promesso, delle diverse parti di noi e di una tecnica per riconoscerle, per integrarle, ma soprattutto abbiamo parlato del perchè stiamo facendo questi incontri, per diventare dei giocatori livello P.R.O. di questo gioco che è la vita.

la trappola della vittima

la trappola della vittima

Abbiamo parlato molte volte dell’analisi transazionale e di uno dei suoi concetti principali, l’esistenza in ognuno di noi di tre diversi tipi di personalità che riflettono i tre stati dell’io, bambino, adulto e genitore. Oggi voglio parlarvi di un’altro aspetto importante il triangolo psicodrammatico.