Il club delle cinque del mattino (2019)

16 Apr 21

Oggi voglio parlarvi di nuovo di un libro di Robin Sharma, Il club delle cinque del mattino, un romanzo meraviglioso che parla del tempo che molti sentiamo che non è mai abbastanza, per fare tutto quello che vogliamo e per farlo bene, di dove trovarlo, e di come sfruttarlo al meglio.

Un po’ come Il monaco che vendette la sua ferrari, e Il leader che non aveva titoli, racconta la storia di due personaggi, una giovane imprenditrice e un eccentrico pittore, che incontrano ad un evento di un grande coach, uno stravagante e simpatico miliardario che li guiderà in un percorso di crescita individuale.

La più grande differenza con i prcedenti è che le spiegazioni che negli altri libri erano soltanto racconti di vita, storie empiriche e personali, invece, in questo sono anche aiutate da centinaia di citazioni di personaggi di tutti i tipi e di spiegazioni scientifiche su come funziona la neuropsicologia.

La filosofia del club delle cinque del mattino si può riassumere in pochi concetti chiavi:

  • la vita che viviamo è qualcosa che creiamo noi stessi, perciò, se vuoi avere risultati migliori in qualsiasi aspetto della tua vita, devi allenarti, per diventare un miglior creatore, il talento non è sempre la chiave del successo;
  • se vuoi ottenere risultati di un certo tipo, devi concentrarti e devi lavorare solo per quell’obbiettivo, senza perdere tempo con tutte le distrazioni, soprattutto digitali, che ci tentano ad uscire dalla nostra strada;
  • se vuoi che la vita ti dia tutto quello che vuoi, devi sposarla, devi impegnarti, e non smettere, non arrenderti davanti alle difficoltà, anzi, sfruttarle per imparare e renderti più forte e più capace.

In poche parole, è un libro semplice da leggere, pieno di citazioni e consigli pratici per migliorare la propria vita, che si possono anche personalizzare e modificare se uno non ha voglia di svegliarsi alle cinque del mattino.

L’avete letto? Cosa ne pensate?… Aspetto i vostri commenti…

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published.

La felicità significa non lamentarsi di quello per cui non c'è niente da fare. Le lamentele sono il rifugio di coloro che non hanno fiducia in se stessi.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

Il filo invisibile (2022)

Il filo invisibile (2022)

Questa settimana ho visto un film italiano, molto nuovo e che parla di temi nuovi, come l’omogenitorialità, le famiglie arcobaleno, le madri portatrici, insieme ai temi di sempre, gli adolescenti, i problemi dentro e fuori la famiglia, ecc. Si chiama Il filo invisibile e mi è piaciuto molto.

Little Miss Sunshine (2006)

Little Miss Sunshine (2006)

Oggi ho visto di nuovo Little Miss Sunshine, uno di quei film che posso vedere una volta ogni tanto e mi fa commuovere sempre. La storia di una bambina di sette anni con un sogno, diventare reginetta di bellezza, ignorando ingenuamente che il suo aspetto non rientri nei canoni di bellezza richiesti.

Joan Lui (1985)

Joan Lui (1985)

Oggi voglio parlarvi di un film molto particolare, italiano, vecchio, e molto discusso, criticato da alcuni e ammirato da altri, e che io ho adorato: Joan Lui, Ma un giorno nel paese arrivo io di lunedì, con un Adriano Celentano megalomane e divino.