Il buco (2019)

La prima volta che ho visto qualche immagine di questo film, mi ha infastidito. Poi ho visto qualche recensione e ho pensato di guardarlo, andando oltre la superficie e devo dire che tanto le metafore come il simbolismo mi hanno veramente coinvolta...

Un film che è stato paragonato a Parasite, per diversi motivi, per la crudeltà, per la forma in cui parla di privilegi e di come vengono usati. Ma non solo, ci sono riferimenti letterari (al Don Chixote di Cervantes e alla Divina Commedia di Dante), psicologici e religiosi.

Possiamo immaginare sia ambientato in un futuro distopico dove delle persone, alcuni dicono che sono prigioneri ma c’è anche chi va per scelta, perciò mi sembra più un esperimento tipo “grande fratello”, offerto anche ai condannati come alternativa alla prigione. Tutti vengono ospitati in celle disposte in verticale. In ogni cella si trovano due persone e ogni giorno il cibo scende dall’alto, si ferma per qualche minuto e poi scende di nuovo ai piani sotto e non si può trattenere nulla.

I residenti dei livelli superiori possono sfamarsi, sprecano e mangiano più di quanto dovrebbero, mentre a quelli più in basso non arriva niente. Ad ogni mese si cambia livello e non si sa mai dove si andrà.

È così astratto che ognuno può fare una sua lettura, io ho visto una storia sul karma, sulle leggi universali, sulle caste, e anche sulle reincarnazioni, ma anche ho visto un tocco di speranza.

Veramente forte, se non l’avete visto, guardatelo e ditemi cosa ne pensate… Questa volta sono particolarmente curiosa!

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Terzo accordo: Non supporre nulla. Il modo per evitare di fare supposizioni è quello di fare domande. Assicuratevi che la comunicazione sia chiara. Se non capite, chiedete.

Don Miguel RuizDon Miguel RuizI Quattro Accordi

 

Difficile

Difficile

Dicono che c’era una volta una donna molto saggia. Tutti quelli che la conoscevano andavano a chiederle consiglio e non c’era nulla che non potesse risolvere con i suoi metodi. Una volta arrivò una donna molto giovane che chiedeva aiuto perchè la sua vita era troppo difficile.

Il manuale di Ornitorianna (2020)

Il manuale di Ornitorianna (2020)

L ‘altro giorno, girando su youtube sono iinciampata nel video del TEDx di Marianna Zanatta, in cui parla del suo metodo e di questo libro, Il Manuale di Ornitorianna (che se ne frega e fa): Spunti e appunti per provare ad ascoltare se stessi e vivere (più) felici, e l’ho adorato.

girare la frittata

girare la frittata

Ieri, nel incontro di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, e con il sottotitolo “smontando fake news, falsi miti e falsi bisogni” abbiamo parlato di come come cambiare il modo in cui ci sentiamo, il modo in cui reazioniamo, e di conseguenza le cose che ci succedono.