Idiocracy (2006)

Cè un film di cui mi avevano parlato molto tempo fa ma che non sono riuscita a vedere fino ad oggi, forse perchè il momento richiedeva proprio un fil così: Idiocracy, con Luke Wilson. Una commedia distopica ma piena di speranza.

Una storia distopica ambientata in un futuro in cui le persone  più intelligenti ci pensano due volte prima di fare figli e quelle meno intelligenti no. Fino a quando tutto diventa una parodia di quel che era.

Due persone che non erano proprio delle cime ed erano state ibernate come parte di un esperimento, si svegliano dopo 500 anni e si ritrovano in un mondo in cui leggere, parlare, pensare… sono diventate attività poco interessanti e tutti pensano solo al sesso, al divertimento e agli interessi delle multinazionali.

E niente funziona.  Bagnano i campi con bibite energizzanti e non cresce nulla, la terra è diventata arida e nessuno sa come risolvere il problema. E nessuno nemmeno si lamenta. Perchè danno per scontato che non ci sia niente da fare. Visto che nessuno sa cosa fare.

L’avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

p.s. non ho trovato il trailer in italiano ma ho trovato proprio l’inizio del film, secondo me è fantastico.

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La felicità significa non lamentarsi di quello per cui non c'è niente da fare. Le lamentele sono il rifugio di coloro che non hanno fiducia in se stessi.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

Mi faccio una promessa (2020)

Mi faccio una promessa (2020)

Con l’arrivo delle vacanze mi torna sempre il desiderio di ordine in casa. Quest’anno ho letto Mi faccio una promessa, entro tre mesi la mia casa sarà uno spettacolo, trovato per caso tra le novità di Amazon Kindle Unlimited.

Il principe dimenticato (2020)

Il principe dimenticato (2020)

Oggi mi sono guardata di nuovo un film con Omar Sy, il principe dimenticato, come in famiglia all’improvviso, una bellissima storia di un padre e di sua figlia. In questo caso, ambientata in due mondi, quello reale e quello della fantasia.

spronare

spronare

Quando dico che sono una life coach molti rispondono “ah, sei una motivatrice!”. In realtà, no. Per come lavoro io, parlare di motivazione è spesso troppo superficiale, infatti non sempre funziona, io cerco di lavorare su un livello un po’ più profondo.

si stava meglio

si stava meglio

In questi giorni in cui la maggior parte dei miei amici e conoscenti discute sulle misure contro il COVID, tra i commenti su mascherina si o mascherina no, e vaccino si o vaccino no… qualcuno è risucito a tirare fuori il famoso “si stava meglio quando si stava peggio”.