i regali nello sgabuzzino

Dicono che un sei gennaio, un postino suonò alla porta di una . Mancavano cinque giorni a Natale. Aveva fra le braccia un grosso pacco avvolto in carta preziosamente disegnata e legato con nastri dorati. L’avevano avvertito di fare attenzione perchè era molto costoso.

— Avanti… —  disse una voce dall’interno.
Il postino entrò. Si trovò in una stanza anonima e triste. Seduto nella penonmbra c’era un vecchio.
— Guardi che stupendo pacco le mandano i Re Magi! — disse allegramente il postino.
— Grazie. Lo metta pure per terra —  disse il vecchio senza un’apice di gioia — Non c’è amore dentro.

Il postino rimase imbambolato. Sapeva che il pacco era pieno di cose buone e quel vecchio non aveva certo l’aria di spassarsela. Allora, perché era così triste? Perchè non volveva aprirlo?

— Ma, signore, non dovrebbe fare un po’ di festa a questo magnifico regalo? — disse alla fine.

— Non posso… Non posso proprio — disse il vecchio con le lacrime agli occhi. E raccontò al postino che sua figlia si era sposata  ed era diventata ricca. Tutti gli anni gli mandava un pacco, con un bigliettino: «Da tua figlia Luisa e marito». Mai un augurio personale, una visita, un invito a passare qualche giorno con loro.

— Guardi — aggiunse il vecchio e si alzò stancamente. Il postino lo seguì fino ad uno sgabuzzino. Il vecchio aprì la porta.

— Ma… — fece il postino. Lo sgabuzzino traboccava di regali natalizi. Erano tutti quelli dei Natali precedenti. Intatti, con la loro preziosa carta e i nastri luccicanti. — Ma non li ha neanche aperti! — esclamò il postino allibito.

— Senta, — disse il postino dopo poco — io ho perso mio padre quest’anno e questo Natale è stato triste per la mia famiglia, se vuole, quando finisco il turno passo a prenderla e può venire a festeggiare con noi.

—Davvero? —  disse il vecchio con occhi che iniziavano ad illuminarsi —  allora porterò tutti questi doni per ringraziarvi!

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Da qualche parte tra questo pianeta e la luna, il basso si trasforma in alto e l’alto in basso.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

Amati (2020)

Amati (2020)

Oggi vorrei parlare di un libro legato all’argomento dei film di cui ho parlato durante questo mese, i rapporti fra uomini e donne. Si tratta del nuovissimo Amati: Piccola Guida Femminile per una Grande Autostima, di Marianna Cimmino.

Think like a man (2012)

Think like a man (2012)

Per finire l’argomento sulle differenze tra uomini e donne, oggi vi parlerò di un’altro film che ho visto su Netflix, Think like a man, che prende titolo da un libro, scritto da un uomo, per le donne, in cui descrive una serie di tipologie di uomini, e le strategie utili per poter conquistarli…

proteggersi o non proteggersi

proteggersi o non proteggersi

La settimana prossima, all’incontro del mese di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, continueremo il nostro percorso per smontare fake news, falsi miti e falsi bisogni” e parleremo in maniera più personalizzata di protezione e sicurezza.

la libertà di espressione

la libertà di espressione

In questi ultimi anni di boom dei social media, molti dicono che con questi mezzi l’intelligenza è diminuita, altri che era già bassa ma non lo si vedeva. Ognuno può dire la sua e arrivare a migliaia di persone, dai politici all’ultimo arrivato come la signora di “non c’è coviddi”.