i minatori

Dicono che c’era una volta un maestro molto amato dai bambini per le sue spiegazioni e per i suoi esempi, spesso preferivano ascoltare le sue storie anche durante la ricreazione, invece di giocare a pallone. Un giorno i bimbi parlavano di potere e gli chiesero chi erano le persone più potenti in assoluto.

– In realtà, cari miei ragazzi, il potere è qualcosa di relativo, sapete cosa vuol dire questa parola?- disse, e si fermò vedendo gli sguardi stupiti dei ragazzi – ve lo spiegherò con una storia: C’èra una volta un uomo molto povero, quasi uno schiavo, che lavorava tutto il giorno in una miniera a cielo aperto, era contento di non avere nessun potere, e guardava con invidia al patrone che passava nel suo cavallo per controllare che stessero lavorando bene.

– Allora, i signori sono i più potenti! – disse uno dei bambini e aggiunse con un sorriso malizioso – vedete? ve l’avevo detto.

– Diciamo che il signore era più potente del minatore, ma non era il più potente in assoluto perchè un giorno prese un insolazione esi ammalò perchè non era più potente del sole. Perciò penserete che il più potente era il sole… Vero? – disse e sorrise mentre i ragazzi annuivano con la testa.

– Infatti, il sole è molto potente, ma non può fare nulla quando trova le nuvole, anche le nuvole sono molto potenti, possono girare nel cielo di qui e di là, ma se trovano una montagna… non possono passare perchè la montagna è più potente…

– Allora le montagne sono le più potenti… – disse uno dei bambini – più delle nuvole, più del sole e più del signore… Infatti, stanno lì da sempre.

– Potrebbe sembrare che le montagne siano le più potenti, ma… non sono le più potenti in assoluto, sapete? c’è qualcuno che può distruggere le montagne, sapete chi è?

– I minatori? – chiese timidamente un bambino 

– Esatto, ognuno è più potente di qualcuno e meno potente di qualcun’altro, questo vuol dire relativo. Nessuno è il più potente in assoluto.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Incamminatevi sul sentiero della manifestazione della vostra spiritualità praticando l'amore incondizionato. Realizzerete la divina connessione liberandovi di tutti gli strumenti dell’io: giudizio, ira, moralismo, prediche, odio, rancore...

Wayne W DyerInventarsi la vita

 

Cio che dai ritorna sempre

Cio che dai ritorna sempre

Dicono che c’era una volta un contadino tibetano che bussò alla porta del vicino monastero. Come di prassi, le porte vennero aperte dal monaco responsabile di accogliere le visite. Il contadino senza troppi convenevoli, porse in regalo al giovane monaco alcuni grappoli d’uva.

Guerrieri metropolitani (2015)

Guerrieri metropolitani (2015)

Questa settimana, ho letto Guerrieri metropolitani. Combattere fuori per vincere dentro. La filosofia degli sport da combattimento di Salvatore Brizzi, e mi è piaciuto molto come parla dell’EGO e del qui e ora, di come si possono gestire in ogni situazione.

the manor (2021)

the manor (2021)

Questa settimana ho visto, questa volta su prime video, un film americano molto particolare, The Manor. Un thriller ambientato nei nostri giorni, che mischia momenti di vita normale e reale e una storia paranormale con un finale che non avevo mai visto.