I Guardiani del Destino (2011)

16 Jan 20

Lo scorso weekend, tra i film che abbiamo visto al seminario di Igor Sibaldi sulle Conversazioni con gli dei, c’era I guardiani del destino, con Matt Damon e Emily Blunt. Una riflessione molto interessante sul destino e i piani che ha in serbo per noi.

Ci sono una serie di personaggi con cappello, che ricordano tanto gli uomini del vestito grigio di Momo, lavorano per un personaggio che non si vede mai ma che tutti chiamano Il Presidente, il loro lavoro consiste in cambiare gli eventi che il caos continua a incasinare per mantenere un fantomatico piano.

I protagonisti sono due giovani che si incontrano, assolutamente per caso, un politico e una ballerina che si nasconde perchè la cercano per essersi imbuccata ad un matrimonio, e tra loro sboccia un amore fresco e dolce. Ma che va contro il piano

E uno dei personaggi col cappello che sente pietà per lui e gli racconta sia come funziona il tutto che come poter superare i limiti imposti dal sistema.

Una riflessione sul libero arbitrio, sull’amore, sui piani del destino sul fatto che possono anche cambiare, e persino su cómo…

L’avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published.

Se devi scegliere tra avere ragione o essere gentile, scegli sempre di essere gentile.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. Dyeril mio sacro destino

 

Il filo invisibile (2022)

Il filo invisibile (2022)

Questa settimana ho visto un film italiano, molto nuovo e che parla di temi nuovi, come l’omogenitorialità, le famiglie arcobaleno, le madri portatrici, insieme ai temi di sempre, gli adolescenti, i problemi dentro e fuori la famiglia, ecc. Si chiama Il filo invisibile e mi è piaciuto molto.

a come a — bis — — bis — bis

a come a — bis — — bis — bis

Un’altra parola molto importante per il Vocabolario possitivo che stiamo raccogliendo insieme nei nostri incontri facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, è astrologia, dal momento che parliamo spesso delle diverse voci che abbiamo nella testa e l’astrologia psicologica può aiutarci a capirle e integrarle.

Little Miss Sunshine (2006)

Little Miss Sunshine (2006)

Oggi ho visto di nuovo Little Miss Sunshine, uno di quei film che posso vedere una volta ogni tanto e mi fa commuovere sempre. La storia di una bambina di sette anni con un sogno, diventare reginetta di bellezza, ignorando ingenuamente che il suo aspetto non rientri nei canoni di bellezza richiesti.