Gli ultimi saranno gli ultimi (2015)

27 Aug 20

Eanche questa settimana parliamo di un film sull’Italia e gli italiani, un po’ commedia e un po’ dramma, una rappresentazione dell’Italia e degli italiani, con le loro gioie e dolori, Gli ultimi saranno gli ultimi, con Paola Cortellesi, Alessandro Gassmann e Fabrizio Bentivoglio. 

Il film racconta la storia di una donna semplice che ha una vita semplice, un lavoro in fabbrica, un marito un po’ sognatore, sempre in cerca di un affare milionario e un figlio che sta per arrivare dopo diversi intenti falliti. La vita senza pretese di una donna abituata a dare tutto senza chiedere mai nulla, fino a quando viene licenziata e il suo mondo cade a pezzi. Nel momento peggiore e davanti ad un’altro ultimo, un polizioto incolpato dai compagni della morte di un collega durante il servizio.

Una storia di ipocrisie, mediocrità e menefreghismi, di pecore e di lupi, di gente che si accontenta e di gente che si alza quando l’ingiustizia è troppa.

Quello che ho amato di più è che finisce in due tempi, c’è il “primo” finale, terribile, e un secondo finale più ottimista, dopo qualche anno dalla sua azione disperata, tutto è cambiato. E non ci raccontano come.

Se non l’avete visto, ve lo consiglio con tutto il cuore.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Incamminatevi sul sentiero della manifestazione della vostra spiritualità praticando l'amore incondizionato. Realizzerete la divina connessione liberandovi di tutti gli strumenti dell’io: giudizio, ira, moralismo, prediche, odio, rancore...

Wayne W DyerInventarsi la vita

 

la tazzina di caffè

la tazzina di caffè

Dicono che c’era una volta un gruppo di alunni, affermati nelle loro carriere, che andarono tutti insieme a trovare uno dei loro vecchi professori del liceo. Dopo un pò che erano lì la conversazione si trasformò in una serie di lamentele sullo stress del lavoro e della vita.

Pianeta Verde (1995)

Pianeta Verde (1995)

Questa settimana mia mamma mi ha fatto notare che hanno messo su Netflix uno dei film francesi degli anni 90 che io ho sempre adorato: Pianeta verde, di 1996. Uno di quei film, come La Crisi, di critica sociopolitica che ci fa vedere il nostro mondo da un’altro punto di vista.

Il filo invisibile (2022)

Il filo invisibile (2022)

Questa settimana ho visto un film italiano, molto nuovo e che parla di temi nuovi, come l’omogenitorialità, le famiglie arcobaleno, le madri portatrici, insieme ai temi di sempre, gli adolescenti, i problemi dentro e fuori la famiglia, ecc. Si chiama Il filo invisibile e mi è piaciuto molto.