Gli errori delle donne (2010)

Oggi voglio parlarvi di nuovo di un libro di Giorgio Nardone, un manuale breve e semplice chiamato Gli errori delle donne (in amore). In questo libro non parla di disturbi psichici e comportamentali ma di copioni psicoemotivi che le donne mettono in atto nelle relazioni amorose.

 Mi è piaciuto soprattutto perchè all’inizio spiega perchè parla alle donne (mi ha ricordato Giulio Cesare Giacobbe, che anche lui dice di scrivere per le donne). E non lo fa perchè lei sia più responsabile dell’uomo ma perchè più capace, se motivata, per capire cosa cambiare e come in se stessa perchè la relazione possa cambiare.

 Mi è proprio piaciuto quando racconta come Ardengo Soffici nel primo Novecento, dicesse: «Non mi piace che la polizia s’immischi in cose amorose; ma semmai, nel caso di una donna colta in flagrante adulterio, si cominci coll’arrestare il marito. Nove volte su dieci la colpa è sua».

 Ogni copione è una modalità, un personaggio, che si continua a mettere in atto anche quando non funziona. Per ogni copione o errore ci spiega prima cosa vuol dire e perchè l’h chiamato così e poi racconta una storia per meglio capire di cosa si sta parlando.

La fata, la ricercatrice di principi azzurri, la bella addormentata, la baciatrice di rospi, l’ammazzone, la camaleontica, la strega, la braccatrice, la dilagante, la moralista, la manager, la nave-scuola, la leccatrice di ferite e la Penelope.

L’avete letto? Vi è piaciuto? Raccontatemi la vostra esperienza con il libro… vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Per assurdo, meno ti soffermi sull’obiettivo finale e più presto ci arriverai. Se tieni un occhio sempre fisso sulla destinazione, te ne rimane solamente uno per guidarti lungo il viaggio.

 

Cio che dai ritorna sempre

Cio che dai ritorna sempre

Dicono che c’era una volta un contadino tibetano che bussò alla porta del vicino monastero. Come di prassi, le porte vennero aperte dal monaco responsabile di accogliere le visite. Il contadino senza troppi convenevoli, porse in regalo al giovane monaco alcuni grappoli d’uva.

Guerrieri metropolitani (2015)

Guerrieri metropolitani (2015)

Questa settimana, ho letto Guerrieri metropolitani. Combattere fuori per vincere dentro. La filosofia degli sport da combattimento di Salvatore Brizzi, e mi è piaciuto molto come parla dell’EGO e del qui e ora, di come si possono gestire in ogni situazione.

the manor (2021)

the manor (2021)

Questa settimana ho visto, questa volta su prime video, un film americano molto particolare, The Manor. Un thriller ambientato nei nostri giorni, che mischia momenti di vita normale e reale e una storia paranormale con un finale che non avevo mai visto.