Girl Power (2021)

Anche qesta settimana, per caso su Nextflix, ho visto l’ultimo film americano sulle differenze di genere, Girl Power, certamente un po’ un’americanata, ma anche una bella storia, su come, in un mondo imperfetto, possiamo accettarlo, ignorarlo o cercare altri che, come noi, vogliano cambiarlo.

Racconta la storia di una ragazzina felice di non essere nel punto di mira del sistema patriarcale, che ha sempre pensato che le cose sbagliate del suo mondo erano semplicemente da ignorare, fino a quando a scuola arriva una ragazza nuova che la invita, con il suo esempio, a questionare molte cose, decide di fare qualcosa contro l’ipocrisia e i due pesi e due misure di un sistema che permette atti di diffamazione e bullismo da un lato e paura e sconforto dall’altro.

Le cose che più mi sono piaciute sono che, nel suo piccolo, alla fine riesce a cambiare le cose perchè trova tante altre persone che la pensano come lei, ma anche che non è tutto rose e fiori, che a volte esagera e sbaglia e si pente ma non si arrende.

Se non l’avete visto, ve lo consiglio, è leggero e ottimista ma mi ha  fatto pensare.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Una risposta è il tratto di strada che ti sei lasciato alle spalle. Solo una domanda può puntare oltre.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

contenitore e contenuto

contenitore e contenuto

Dicono che c’era una volta un uomo molto ricco che chiese al monastero del suo paese una funzione religiosa per conmemorare la morte del padre avvenuta l'anno prima. Disse che, siccome la sua famiglia era notevole e molto generosa, volevano che fosse ufficiata dal...

Gli ordini dell’aiuto (2007)

Gli ordini dell’aiuto (2007)

Questa settimana, ho letto Gli ordini dell’aiuto di Bert Hellinger. Un libro che  parla dell’aiuto, dal punto di vista sistemico, e delle regole per aiutare con  il metodo delle Costellazioni Familiari e connettendosi con il sistema, con la coscienza collettiva, per integrare gli aspetti e i personaggi ignorati in ogni situazione.

Hereafter (2010)

Hereafter (2010)

Questa settimana ho guardato Hereafter, un film diretto da Clint Eastwood e protagonizzato, tra altri, da un grandioso Matt Damon. Un film sulla vita e la morte, sulla linea sottile che le separa, sulle persone che possono attraversarla, con esperienze premorte o sentendo delle voci dall’altro lato.