Gente che viene e bah (2019)

Chiaramente, per la settimana di San Valentino, pensavo di parlarvi di un film romantico e ho scleto una commedia spagnola che potete rovare su Netflix, Gente che viene e bah. Una bellissima storia sull’ inerzia, il destino, la famiglia e l’amore più importante, quello per la vita.

Inizia con una ragazza che, ubriaca e per scherzo, butta il suo fidanzato tra le braccia di una famosa senza pensare che lui ci finirà veramente a letto. Quando tutte le sue certezze finiscono in pezzi decide di tornare a casa per “pensare”.

A casa, ritrova la sua famiglia, non del tutto normalissima, e conti-nua a ricevere notizie sconvolgenti a cui deve in qualche modo deci-dere come reagire.

Una storia su come passiamo la vita ostinandoci a programmare, prepararci, accontentarci invece di concentrarci nella vita vera e di vivere.

Ma, anche, su come viviamo spesso più preoccupati per le appa-renze che per la sostanza, sempre pronti a giudicare, a proiettare le nostre credenze sugli altri ad occhi chiusi.

Non ho trovato il trailer in italiano ma vi lascio quello in spagnolo, comunque lo trovate su Netflix.

L’avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se prendete la vostra felicità e la mettete nelle mani di un'altra persona, prima o poi quella persona la distruggerà.

 

Mi faccio una promessa (2020)

Mi faccio una promessa (2020)

Con l’arrivo delle vacanze mi torna sempre il desiderio di ordine in casa. Quest’anno ho letto Mi faccio una promessa, entro tre mesi la mia casa sarà uno spettacolo, trovato per caso tra le novità di Amazon Kindle Unlimited.

Il principe dimenticato (2020)

Il principe dimenticato (2020)

Oggi mi sono guardata di nuovo un film con Omar Sy, il principe dimenticato, come in famiglia all’improvviso, una bellissima storia di un padre e di sua figlia. In questo caso, ambientata in due mondi, quello reale e quello della fantasia.

spronare

spronare

Quando dico che sono una life coach molti rispondono “ah, sei una motivatrice!”. In realtà, no. Per come lavoro io, parlare di motivazione è spesso troppo superficiale, infatti non sempre funziona, io cerco di lavorare su un livello un po’ più profondo.

si stava meglio

si stava meglio

In questi giorni in cui la maggior parte dei miei amici e conoscenti discute sulle misure contro il COVID, tra i commenti su mascherina si o mascherina no, e vaccino si o vaccino no… qualcuno è risucito a tirare fuori il famoso “si stava meglio quando si stava peggio”.