Genitori vs influencer (2021)

Questa settimana ho visto l’ultimo film di Fabio Volo, Genitori vs Influencer, una storia sugli adolescenti di oggi, su Internet, sui social, sui modelli che gli ispirano e sulle differenze fra le diverse generazioni e soprattutto sui malintesi tra padri e figli.

Il film racconta la storia di una ragazzina, orfana di madre, che abita con suo padre e una grande famiglia di vicini strampalati in un condominio romano. Da bambina è felice e convinta di avere la migliore famiglia al mondo. Fino a quando entra nell’adolescenza, viene “rapita” dallo smartphone, come tanti dei nostri figli, e dice di voler fare l’nfluencer. Categoria che il padre, come molti padri, detesta con tutte le sue forze.

Ve ne parlo perché dimostra come, dall’esterno, con superficialità, sia sempre facile giudicare i diversi, vedere i loro punti negativi e ignorare quelli positivi, ma soprattutto quelli che abbiamo in comune, il fatto che ognuno ha un passato che lo condiziona.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Secondo accordo: Non prendere nulla in modo personale. Anche al centro dell’inferno, sperimenterete pace interiore e felicità. Starete nella vostra beatitudine e l’inferno non potrà toccarvi.

Don Miguel RuizDon Miguel RuizI Quattro Accordi

 

Tutto normale il prossimo natale (2021)

Tutto normale il prossimo natale (2021)

Tra un mese è Natale e, siccome io amo il Natale ho iniziato a guardarmi i film di Natale di quest’anno con un film Brasiliano, Tutto normale il prossimo Natale, un film sullo spirito del Natale, particolare, che ha incantato persino me che non amo la comicità brasiliana.

l’ordine delle cose

l’ordine delle cose

Dicono che c’era una volta un uomo molto saggio a cui tutti andavano a chiedere consiglio e parole di conforto per ogni occassione. Dicono che una volta uno dei signori più ricchi del luogo gli chiese una frase importante per conmemorare la nascita del suo primo nipote.

La tua parola è una bacchetta magica (1927)

La tua parola è una bacchetta magica (1927)

Questa settimana, ho letto un’altro libro di Florence Scovel Shinn, questa volta ho letto La tua parola è una bacchetta magica, un po’ come il gioco della vita, un compendio di rifflessioni, affermazioni e storie sulla legge di attrazione e il New Thought.