Generazione 1000 euro (2009)

Oggi voglio parlarvi di un film italiano, Generazione mille euro, di Massimo Venier, uno dei miei registi italiani preferiti, che in questo film parla delle vite dei giovani di oggi che devono vivere in questo momento in cui, come dice il protagonista, “per la prima volta nella storia i figli stanno peggio dei padri”.

Basato liberamente sul omonimo libro, racconta la storia di un gruppo di giovani fra lavoretti precari e insicurezze, sempre in cerca di un equilibrio tra i loro sogni e i loro desideri e i costanti richiami al realismo (molto diretto e poco individuale, per la serie “studia, lavora, compra e muori”) da parte della società.

Ma anche tra desideri costosi, come i viaggi, le cene nei posti più chic, e tutto quello che solo pochi si possono permettere, e quelli più terra a terra come l’amicizia, l’amore, la condivisione, le risate e le partitelle di basket e tutte quelle cose piccole che non costano soldi.

Infine, una storia romantica, fantastica e credibile per dare speranze ai giovani precari italiani perchè possano imparare a non arrendersi e a non rendere fuggevoli ed effimeri anche i sentimenti e gli affetti.

L’avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Terzo accordo: Non supporre nulla. Il modo per evitare di fare supposizioni è quello di fare domande. Assicuratevi che la comunicazione sia chiara. Se non capite, chiedete.

Don Miguel RuizDon Miguel RuizI Quattro Accordi

 

Cio che dai ritorna sempre

Cio che dai ritorna sempre

Dicono che c’era una volta un contadino tibetano che bussò alla porta del vicino monastero. Come di prassi, le porte vennero aperte dal monaco responsabile di accogliere le visite. Il contadino senza troppi convenevoli, porse in regalo al giovane monaco alcuni grappoli d’uva.

Guerrieri metropolitani (2015)

Guerrieri metropolitani (2015)

Questa settimana, ho letto Guerrieri metropolitani. Combattere fuori per vincere dentro. La filosofia degli sport da combattimento di Salvatore Brizzi, e mi è piaciuto molto come parla dell’EGO e del qui e ora, di come si possono gestire in ogni situazione.

the manor (2021)

the manor (2021)

Questa settimana ho visto, questa volta su prime video, un film americano molto particolare, The Manor. Un thriller ambientato nei nostri giorni, che mischia momenti di vita normale e reale e una storia paranormale con un finale che non avevo mai visto.

l’universo in tasca

l’universo in tasca

Dicono che c’era una volta un grande guerriero, famoso perchè vinceva le battaglie con facilità. I suoi omini che lo ammiravano tanto che avrebbero dato la vita per lui. Dicevano che era rigido ma giusto, che aveva i piedi per terra ma anche un tocco magico.