fortuna e merito

02 Mar 21

Abbiamo parlato più volte dei diversi rischi psicologici di questa pandemia, o meglio, delle misure che si stanno prendendo a livello mondiale, dei lockdown, delle mascherine, delle privazioni di libertà, ecc.

Abbiamo parlato di come, in questo periodo più che mai, siamo divisi e gli uni contro gli altri, di come tutti accusano tutti e, la maggior parte di noi, ci sentiamo più soli e più indifesi. In questa occasione vorrei parlarvi di un’altro rischio, qualcosa che è sempre esistita ma in questi giorni viene moltiplicata per via dell’attuale eccesso di energia, ed è quello di confondere merito e fortuna.

L’esempio più classico è lo studente poco consapevole e ancor meno responsabile che, quando riesce a superare un esame dice che è tutto merito suo ma quando viene bocciato colpa la sfortuna.

In questo periodo in cui, come dicevo, siamo sempre più circondati di disinformazione e tutto attorno a noi ci invita a dubitare di tutti, molti stanno prendendo l’abitudine di considerare tutte le circostanze come risultato dei meriti e di vedere i problemi, soprattutto i problemi altrui, come qualcosa che dipende della loro mancanza di impegno o di sforzo.

È facile pensare che le cose brutte capitano alle persone che non si impegnano. Lo abbiamo sentito dire così tante volte che, alla fine, il messaggio ci sembra credibile. E, persino quando capitano a noi, una parte di noi, una delle vocine della squadra dell’EGO vuole farci sentire in colpa

Il mio invito possitivo di oggi è proprio a comprendere che il merito e la fortuna sono due forze che interagiscono in modi diversi nella vita di ognuno di noi, che ci sono situazioni che dipendono dai nostri sforzi, dal nostro impegno, e altre che no. In ogni momento e per ogni persona è così. Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Incamminatevi sul sentiero della manifestazione della vostra spiritualità praticando l'amore incondizionato. Realizzerete la divina connessione liberandovi di tutti gli strumenti dell’io: giudizio, ira, moralismo, prediche, odio, rancore...

Wayne W DyerInventarsi la vita

 

Aspettando i soccorsi

Aspettando i soccorsi

Dicono che c’era una volta una miniera in cui ci fu un crollo che lasciò isolati sei minatori che lavoravano in una galleria molto profonda estraendo minerali dalle viscere della Terra. L’uscita del tunnel era sigillata. Si guardarono l’un l’altro in silenzio, valutando la situazione.

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Quando mi chiedono perchè parlo di plandemia e rispondo che non mi convince la narrativa, è dovuto anche a che ho letto libri come questo Fake news: sicuri che sia falso? Gestire disinformazione, false notizie e conoscenza deformata, di Andrea Fontana, che mi hanno insegnato a vedere in maniera diversa le notizie.

Encanto (2021)

Encanto (2021)

Per la settimana del mio compleanno voglio parlarvi dell’ultimo film Disney che ho visto, Encanto, un film ambientato nella bellissima Colombia, che parla di una famiglia speciale e magica, in cui ogni membro riceve un dono all’età di cinque anni, tranne Mirabel, che non ha avuto quella fortuna.