Famiglia all’improvviso (2016)

Avvicinandosi il Natale mi è venuta voglia di film che parlano di famiglia e mi sono guardata Famiglia all’improvviso – Istruzioni non incluse, dei produttori de La famiglia Belier, con il protagonista di Quasi amici, Omar Sy.

Racconta la storia di un giovane scalpestrato che vive una vita  senza regole o vincoli, fatta solo di feste e divertimento con gli amici e di avventure amorose fino a quando riceve un “regalo” inaspettato. Una donna con cui non ricorda nemmeno di essere andato a letto gli lascia una bambina di tre mesi di cui dice che è il padre.

Dopo un intento frustrato di riconsegnarla alla mamma, sorge l’amore infinito di un padre che ha un solo desiderio, rendere felice la figlia, con una vita su misura da principesse delle fiabe. L’idillio andrà avanti fino a quando la mamma riappare e vuole riprenderla e avrà un finale a sorpresa da brividi.

Ve ne parlo perchè può essere un bellissimo punto di riflessione su tanti argomenti, in questo periodo in cui le famiglie “diverse” sono all’ordine del giorno, partenda da cosa vuol dire “essere una famiglia” e arrivando fino ad aspetti più controversi come se sia meglio che i figli stiano con le mamme o con i papà, senza dimenticare che il legame può essere di sangue o fatto di convivenza, e gli altri ruoli, oltre alla mamma e il papà.

L’avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Nelle mani di chi regala un fiore rimane sempre un po’ di profumo

 

Cio che dai ritorna sempre

Cio che dai ritorna sempre

Dicono che c’era una volta un contadino tibetano che bussò alla porta del vicino monastero. Come di prassi, le porte vennero aperte dal monaco responsabile di accogliere le visite. Il contadino senza troppi convenevoli, porse in regalo al giovane monaco alcuni grappoli d’uva.

Guerrieri metropolitani (2015)

Guerrieri metropolitani (2015)

Questa settimana, ho letto Guerrieri metropolitani. Combattere fuori per vincere dentro. La filosofia degli sport da combattimento di Salvatore Brizzi, e mi è piaciuto molto come parla dell’EGO e del qui e ora, di come si possono gestire in ogni situazione.

the manor (2021)

the manor (2021)

Questa settimana ho visto, questa volta su prime video, un film americano molto particolare, The Manor. Un thriller ambientato nei nostri giorni, che mischia momenti di vita normale e reale e una storia paranormale con un finale che non avevo mai visto.

l’universo in tasca

l’universo in tasca

Dicono che c’era una volta un grande guerriero, famoso perchè vinceva le battaglie con facilità. I suoi omini che lo ammiravano tanto che avrebbero dato la vita per lui. Dicevano che era rigido ma giusto, che aveva i piedi per terra ma anche un tocco magico.