Essere felici controvento (2018)

Questa settimana voglio parlarvi di un’altro libro di Rafael Santandreu: Essere Felici Controvento, un libro che potrebbe essere una guida di inmunosufficienza psicologica, perchè spiega come tirare il meglio di noi stessi in ogni circostanza, qualunque cosa succeda fuori.

Con un metodo di solo tre passi possiamo costruire una mente più forte e un’esistenza più piena e gratificante. Secondo il suo metodo bisogna “semplicemente”:

  1. Rivolgersi verso l’interno (per cercare il benessere dentro di noi) in maniera incondizionata perchè c’è una felicità e una gioia dentro di noi, ma dobbiamo allenarci a trovarla;
  2. Imparare a camminare leggeri (saper rinunciare alle cose), perchè spesso ci impuntiamo su delle cose poco importanti e non ci permettiamo di volare;
  3. Apprezzare ciò che ci circonda (imparare ad appassionarsi alla vita), una volta cheabbassiamo le pretese possiamo essere felici in qualunque circostanza.

Ritrovare la gioia e la spensieratezza di chi non ha nulla da perdere nè da guadagnare per poi costruirci sopra tutto quel che vogliamo senza paura di perderlo perchè non ne abbiamo vero bisogno.

Le nevrosi che tormentano la nostra esistenza (stress, depressione, timidezza…), le preoccupazioni e le ansie sono semplicemente il risultato di una visione errata della realtà, che possiamo cambiare in modo definitivo, con un allenamento abbastanza semplice.

Questo libro illustra passo per passo come superare le paure, l’ansia, le cattive abitudini e i conflitti, ma soprattutto come prenderci cura di noi.

L’avete letto? Raccontatemi la vostra esperienza con il libro… vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Nella vita non ci sono errori, solo lezioni. Non esiste qualcosa che si possa chiamare esperienza negativa, ma occasioni per crescere, imparare e procedere lungo la strada del dominio di sé. Anche il dolore può essere un meraviglioso maestro

 

Cio che dai ritorna sempre

Cio che dai ritorna sempre

Dicono che c’era una volta un contadino tibetano che bussò alla porta del vicino monastero. Come di prassi, le porte vennero aperte dal monaco responsabile di accogliere le visite. Il contadino senza troppi convenevoli, porse in regalo al giovane monaco alcuni grappoli d’uva.

Guerrieri metropolitani (2015)

Guerrieri metropolitani (2015)

Questa settimana, ho letto Guerrieri metropolitani. Combattere fuori per vincere dentro. La filosofia degli sport da combattimento di Salvatore Brizzi, e mi è piaciuto molto come parla dell’EGO e del qui e ora, di come si possono gestire in ogni situazione.

the manor (2021)

the manor (2021)

Questa settimana ho visto, questa volta su prime video, un film americano molto particolare, The Manor. Un thriller ambientato nei nostri giorni, che mischia momenti di vita normale e reale e una storia paranormale con un finale che non avevo mai visto.