enneagramma i nove abitanti

02 Apr 21

Questa settimana un mio amico che sa che sono molto interessata all’argomento enneagramma mi ha prestato il libro che ha scritto Luca Giorgetti, Enneagramma, i nove abitanti della terra, e sono molto contenta di dirvi che ve lo consiglio fortemente per tre ragioni.

Prima, perchè presenta l’enneagramma come uno strumento che si può usare per capire se stessi e per migliorarsi, per vivere meglio, per smettere di vivere di reazioni alla vita che “accade” e creare la vita che desideriamo, riconoscendo ed esprimendo le nostre qualità sopite, la nostra espressione più genuina e autentica.

Seconda, perchè non è il tipico saggio pieno di riferimenti e parolone, anzi, è un racconto pieno di esempi di situazioni in cui è facile rivedersi, condite con decine di storie, parabole, del Mullah Nasreddin, che adoro.

Terza, perchè spiega con grande chiarezza e semplicità non solo le basi con i tre centri dell’intelligenza (viscere, testa e cuore) e con i nove enneatipi, ma anche i due aspetti che più rischiano di confondere chi si avvicina all’argomento, le possibili ali e i tre istinti o sottotipi. Prima in astratto e poi con esempi per ogni enneatipo.

Perchè non tutti i sette sono uguali, per esempio un sette con l’ala sei potrebbe sentirsi vulnerabile e prende in prestito da questo enneatipo l’importanza del senso di appartenenza e invece, uno con l’ala otto tenderanno più a cercare  l’applauso altrui senza paura di farsi nemici.

Allo stesso modo, un sette autoconservativo filtra le opportunità per quanto possano essere utili alla sopravvivenza, mentre quello essuale le filtrerà per quanto siano nuove o interessanti e quello sociale userà come filtro quanto siano una sfida.

Vi ho incuriosito? Cosa ne pensate?… Aspetto i vostri commenti…

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Cambiando il modo in cui elaborate ogni evento che via via si presenta sul vostro cammino, potrete vivere una vita felice e realizzata, priva di disordine emotivo.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. Dyeril mio sacro destino

 

Aspettando i soccorsi

Aspettando i soccorsi

Dicono che c’era una volta una miniera in cui ci fu un crollo che lasciò isolati sei minatori che lavoravano in una galleria molto profonda estraendo minerali dalle viscere della Terra. L’uscita del tunnel era sigillata. Si guardarono l’un l’altro in silenzio, valutando la situazione.

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Quando mi chiedono perchè parlo di plandemia e rispondo che non mi convince la narrativa, è dovuto anche a che ho letto libri come questo Fake news: sicuri che sia falso? Gestire disinformazione, false notizie e conoscenza deformata, di Andrea Fontana, che mi hanno insegnato a vedere in maniera diversa le notizie.

Encanto (2021)

Encanto (2021)

Per la settimana del mio compleanno voglio parlarvi dell’ultimo film Disney che ho visto, Encanto, un film ambientato nella bellissima Colombia, che parla di una famiglia speciale e magica, in cui ogni membro riceve un dono all’età di cinque anni, tranne Mirabel, che non ha avuto quella fortuna.