empatia consapevole

Cercando immagini per rappresentare l’empatia ho trovato questi due fantastici ometti con la scritta “so esattamente come ti senti“. Loro non sono completamente uguali ma hanno quel che sembra esattamente lo stesso problema.

Abbiamo già parlato sia di empatia che di consapevolezza, oggi vorrei soffermarmi sul fatto che l’empatia se non è consapevole può fare molti danni.

L’empatia, come dicevamo allora, è la capacità di sentire il dolore dell’altro, la sua tristezza, insomma, le sue emozioni. L’empatia ci fa sentire emozioni non nostre che vanno a mischiarsi con le nostre.

Ma il rischio è che, insieme alle emozioni, possono arrivare il senso di impotenza o la disperazione che fanno fare follie e anche andare contro noi stessi. Il rischio è che, la nostra empatia ci porti a lottare contro demoni non nostri e in questo caso è impossibile vincere.

La consapevolezza ci aiuta a separarle. La consapevolezza ci permette di essere di aiuto, per gli altri e per noi stessi. L’empatia per qualcuno che soffre ci porta a proteggerlo o a difenderlo.

La empatia consapevole, invece, ci porta a rinforzarlo, a guidarlo e creare uno spazio/tempo in cui possa aiutarsi da solo. Sentiamo il loro dolore o la loro rabbia ma possiamo osservarli con il giusto distanziamento.

Il mio invito possitivo di oggi è a praticare questo tipo di empatia, ad usare la testa insieme al cuore, a non pensare che dobbiamo sempre scegliere. Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

La sconfitta è uno stato mentale: nessuno viene mai sconfitto, a meno che non abbia accettato la sconfitta come una realtà.

 

Difficile

Difficile

Dicono che c’era una volta una donna molto saggia. Tutti quelli che la conoscevano andavano a chiederle consiglio e non c’era nulla che non potesse risolvere con i suoi metodi. Una volta arrivò una donna molto giovane che chiedeva aiuto perchè la sua vita era troppo difficile.

Il manuale di Ornitorianna (2020)

Il manuale di Ornitorianna (2020)

L ‘altro giorno, girando su youtube sono iinciampata nel video del TEDx di Marianna Zanatta, in cui parla del suo metodo e di questo libro, Il Manuale di Ornitorianna (che se ne frega e fa): Spunti e appunti per provare ad ascoltare se stessi e vivere (più) felici, e l’ho adorato.