Emozioni. Istruzioni per l’uso (2021)

10 Dec 21

Qualche settimana fa, una amica mi ha detto che stava leggendo l’ultimo libro di Giorgio Nardone, pubblicato nel 2021, nel bel mezzo di questo periodo in cui le misure per gestire il covid stanno facendo stragi nella gestione delle emozioni di tante persone: Emozioni, istruzione per l’uso. Conoscerle, gestirle, addomesticarle, cavalcarle…

Il libro parte da uno studio intensivo della narrazione delle emozioni, con i miti, gli archetipi, nel mondo della letteratura, con l’eroe passionale, lo scienziato  freddo e che cerca di non sentirle le emozioni, e il monaco che prega Dio perchè le tenga lontano.

Poi passa ai diversi studi che sono stati fatti sull’argomento della gestione delle emozioni, dalle scienze psicologiche, come la psicoanalisi, il behaviorismo, l’ipnosi eriksoniana e l’approccio rogersiano, analizzando i lati positivi e negativi di ognuna di queste tradizioni teorico applicative.

Per finire ci aiuta a capire cosa vuol dire veramente addomesticare la tigre interiore, contro tutti i falsi miti, anche contro alcune teorie scientifiche, perchè non è lo stesso che cavalcare un cavallo, perchè molte delle teorie, tecniche e metodi non funzionano.

Per poi analizzare ogni emozione primaria, la paura, il piacere, il dolore e la rabbia, e mostrarci come gestire quella tigre interiore, prendendola come una risorsa, come una competenza che non si può comprendere, ma che si può educare, con l’ausilio di una pianificazione cosciente e azioni consapevoli, una sensibilità da incuriosire e suggestionare.

L’avete letto? Vi è piaciuto? Raccontatemi la vostra esperienza con il libro… vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

È più sicuro cercare nel labirinto che rimanere in una situazione senza formaggio

 

la tazzina di caffè

la tazzina di caffè

Dicono che c’era una volta un gruppo di alunni, affermati nelle loro carriere, che andarono tutti insieme a trovare uno dei loro vecchi professori del liceo. Dopo un pò che erano lì la conversazione si trasformò in una serie di lamentele sullo stress del lavoro e della vita.

Pianeta Verde (1995)

Pianeta Verde (1995)

Questa settimana mia mamma mi ha fatto notare che hanno messo su Netflix uno dei film francesi degli anni 90 che io ho sempre adorato: Pianeta verde, di 1996. Uno di quei film, come La Crisi, di critica sociopolitica che ci fa vedere il nostro mondo da un’altro punto di vista.

Il filo invisibile (2022)

Il filo invisibile (2022)

Questa settimana ho visto un film italiano, molto nuovo e che parla di temi nuovi, come l’omogenitorialità, le famiglie arcobaleno, le madri portatrici, insieme ai temi di sempre, gli adolescenti, i problemi dentro e fuori la famiglia, ecc. Si chiama Il filo invisibile e mi è piaciuto molto.