dov’è scritto?

27 Jul 21

L‘altro giorno, su facebook, una mia amica ha chiesto, parlando di pandemia, di COVID e di misure per arginarlo, per capire le fonti di una notizia, non ricordo quale, “dov’è scritto?” Io le ho risposto che secondo me il vero problema non era tanto sapere dov’era scritto ma chi l’aveva scritto.

Ma in questo post non voglio parlare solo di COVID, il mio covid-scetticismo l’ho già lasciato chiaro diverse volte, voglio parlare di fonti, perchè se vogliamo prendere decisioni consapevoli dobbiamo chiederci, su ogni cosa che crediamo, che diamo per buona, chi l’ha detto, quando e perchè.

Ne abbiamo già parlato dell’importanza di filtrare le notizie, rispetto a veridicità e rilevanza, ma oggi voglio parlare di un altro argomento molto discusso in Italia, il conflitto d’interessi. Perchè quando qualcuno ci dice qualcosa, per il nostro bene, è importante sapere se cerca “solo” il nostro bene o se cerca qualcos’altro.

Come dicevo, questo vale per le notizie sul COVID, per le premesse delle decisioni politiche, per lo stato di emergenza o dell’eventuale decisione sul vacino. Ma non solo, vale anche per i consigli dei nostri genitori e altri familiari, degli amici, dei capi e colleghi, chiunque ci dica cosa dobbiamo fare, potrebbe avere una agenda oculta in maniera consapevole e anche inconsapevole.

E, siccome la maggior parte delle volte sarà inconsapevole, dovremmo fare delle indagini sulle credenze, sugli interessi, sulle paure del nostro interlocutore, perchè tutte queste cose possono influenzare le loro parole e, se seguiamo i loro consigli, le nostre scelte.

La buona notizia è che possiamo imparare ad osservare queste cose e anche a  capire se le condividiamo o no, ad andare in profondità perchè, se ci fermiamo alla superficie, possiamo sbagliare e non sempre è facile riprendere la strada quando ci accorgiamo.

 Il mio invito possitivo di  oggi è proprio a imparare a prenderci la responsabilità delle nostre azioni, delle nostre scelte, delle nostre azioni, della nostra strada… per riprendere il comando della nostra vita, e diventare dei giocatori PRO, ed essere più felici, più soddisfatti e più funzionali. Che ne dite? Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published.

Non puoi evitare che tristezza e paura ti volino attorno; quello che puoi evitare è che si costruiscano un nido nella tua testa.

 

La palestra dell’autostima (2021)

La palestra dell’autostima (2021)

Questa settimana voglio parlarvi del libro La palestra dell’autostima. Sette passi per conquistare il rispetto che meriti, di Gabrielle Fellus, un libro che insegna e invita a difendersi in ogni situazione, proporzionatamente, da ogni maltrattamento, che sia verbale, mentale o fisico.

il naufrago

il naufrago

Dicono che c’era una volta un naufrago che aveva perso tutto, quando, dopo una terribile tempesta, la nave su cui si trovava era affondata in mezzo al nulla ed al mattino era riuscito a nuotare e a mettersi in salvo su un’isola deserta.

Le stagioni dell’anima (2022)

Le stagioni dell’anima (2022)

Questa settimana voglio parlarvi di un libro di quest’anno, di Sharon M. Koenig, Le stagioni dell’anima. 7 passi per scoprire il senso della tua vita, un libro di spiritualità semplice e pratico, che offre risposte alle domande che ci facciamo sempre di più in questo periodo.