dottore, non sto bene

D icono che c’era una volta, un uomo che andò dal dottore perchè non stava bene, aveva un malessere non facile da identificare, che gli stava rendendo la vita impossibile. Era iniziato come qualcosa di molto leggero ma era peggiorato ogni giorno.

— Mi aiuti, dottore — disse — Non posso vivere così, sto male e nessuno mi capisce, dicono che non ho niente ma io non sto bene, non riesco a fare nulla. Tutto sta andando a rotoli.

— Tutto? — chiese il dottore intuendo che c’era qualcosa di psicologico e che la cura poteva essere più semplice di quanto sembrava.

—Tutto. — rispose con un sospiro e un tremolio. Con tutto il corpo striminzito e curvo su se stesso.

— Capisco, capisco perfettamente, mi dispiace tanto che la morte di sua moglie l’abbia lasciato così solo.— disse il dottore molto serio.

— Mia moglie? — rispose stupito — ma… dottore mi confonde con qualcun’altro, mia moglie gode di ottima salute e non mi fa mai mancare nulla.

— Moglie in salute — ripetè il medico mentre lo scriveva su un foglio. — Mi scusi, domanda sbagliata, era uno dei suoi figli quello che si era ammalato, vero?

— I miei figli? Di cosa sta parlando dottore? — rispose iniziando ad arrabbiarsi —  I miei figli stanno benissimo, sia di salute che in tutti gli altri aspetti della vita, vanno bene a scuola e aiutano in casa. Sono dei regali per me e mia moglie.

— Figli in salute e che aiutano in casa — scrisse di nuovo il dottore sul suo foglio. — Mi scusi di nuovo, allora è il lavoro… ha perso il lavoro e alla sua età è difficile trovarne un’altro?

— Lavoro? — chiese l’uomo — Dottore, non ho perso il lavoro, ho un lavoro che mi piace anche se a volte è stancante. — mentre parlava il suo corpo si rilassava, la schiena, il viso, cambiavano visbilmente mentre iniziava a acapire. La gratitudine per quello che aveva stava facendo miracoli nel suo corpo e si sentiva meglio — Grazie dottore, sto molto meglio.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

La sconfitta è uno stato mentale: nessuno viene mai sconfitto, a meno che non abbia accettato la sconfitta come una realtà.

 

Amati (2020)

Amati (2020)

Oggi vorrei parlare di un libro legato all’argomento dei film di cui ho parlato durante questo mese, i rapporti fra uomini e donne. Si tratta del nuovissimo Amati: Piccola Guida Femminile per una Grande Autostima, di Marianna Cimmino.

Think like a man (2012)

Think like a man (2012)

Per finire l’argomento sulle differenze tra uomini e donne, oggi vi parlerò di un’altro film che ho visto su Netflix, Think like a man, che prende titolo da un libro, scritto da un uomo, per le donne, in cui descrive una serie di tipologie di uomini, e le strategie utili per poter conquistarli…

proteggersi o non proteggersi

proteggersi o non proteggersi

La settimana prossima, all’incontro del mese di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, continueremo il nostro percorso per smontare fake news, falsi miti e falsi bisogni” e parleremo in maniera più personalizzata di protezione e sicurezza.

la libertà di espressione

la libertà di espressione

In questi ultimi anni di boom dei social media, molti dicono che con questi mezzi l’intelligenza è diminuita, altri che era già bassa ma non lo si vedeva. Ognuno può dire la sua e arrivare a migliaia di persone, dai politici all’ultimo arrivato come la signora di “non c’è coviddi”.