dolore e sofferenza

Uno degli argomenti ricorrenti nelle conversazioni sul coaching e sul nostro potere sulla nostra vita è la differenza fra dolore e sofferenza. Nel linguaggio comune sono due parole spesso interscambiabili, perchè in superficie sono molto simili, ma appena andiamo un po’ in profondità vediamo che sono due cose molto diverse.

Il dolore è quello che succede quando qualcosa dall’esterno ci ferisce, dal piccolo colpo sul mignolo con l’angolo di un mobile alla perdita di un essere amato. Il dolore può essere lancinante, straziante e intollerabile. È qualcosa di fisico, di fisiologico, di inevitabile. Ma, la sua intensità non può durare all’infinito.

La sofferenza è tutto quello che ci costruiamo attorno. Non è fisica ma psicologica, e non dipende più dall’esterno ma da noi. La sofferenza è quello che pensiamo della situazione che ci ha ferito, che non è giusto, che non possiamo vivere senza quello che abbiamo perso, che non riusciremo mai a superarlo.

La differenza che può esserci utile è che il dolore non dipende da noi, ma la sofferenza si. Perciò, dal momento che in ogni malessere c’è una parte di dolore e una di sofferenza, quando pensiamo che sia tutto “dolore” ci sentiremo impotenti. Se, invece, riusciamo a riconoscere la differenza, a separare ed eliminare la parte di sofferenza che dipende da noi, ci sentiremo potenti e grandi.

Non dico che sia semplice o facile, quello che dico è che prima capiamo cosa dobbiamo fare, quali sono le domande giuste da fare e qual è la strada per uscire dal nostro malessere, prima potremo uscirne.

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La sconfitta è uno stato mentale: nessuno viene mai sconfitto, a meno che non abbia accettato la sconfitta come una realtà.

 

Il buon amore nella copia (2020)

Il buon amore nella copia (2020)

Tra i libri che ho letto per scrivere la nuova aventura di Felix, dopo Felix e il segreto delle chiavi magiche, uno di quelli che ho amato particolarmente é stato Il Buon Amore nella Coppia, quando uno più uno fa più di due, di Joan Garriga.

Altruisti si diventa (2016)

Altruisti si diventa (2016)

Ok, lo ammetto, devo sfruttare al massimo l’investimento fatto su Netflix, ma bisogna dire che, cercando bene, si trovano dei film carini e particolari. L’ultimo che ho visto è stato Altruisti si diventa con Paul Rudd e Selena Gomez.

parlare per assoluti

parlare per assoluti

In questi giorni ho visto un video molto interessante preparato dai ragazzi del mensa italia sulle dieci fallacie argomentative più comuni che troviamo nelle conversazioni, nelle discussioni, usate in maniera consapevole e inconsapevole.