di più o di meno

Ieri, parlando con una amica della rabbia, è venuto fuori un tema molto importante, si parlava di persone che ci fanno arrabbiare, perchè ci criticano, ci dicono cosa dovremmo fare o non fare nella nostra vita in maniera più o meno gentile.

 Quando si parla di rabbia io consiglio di farsi tre domande:

  • prima, cosa ci fa arrabbiare?, spesso ci diciamo che è una certa persona a farci arrabbiare ma, in realtà, non sono le persone ma le cose che fanno che ci fanno arrabbiare;
  • seconda, perchè credo che questa persona faccia quel che fa?, non importa più di tanto se la ragione che penso sia quella giusta, importa solo qual’è la ragione per cui io penso che lo fa perchè sono io quella che si arrabbia;
  • terza, e più importante, cosa mi trasmette? soprattutto, mi trasmette che è superiore, più forte, più intelligente di me? o il contrario?

Le prime due sono propedeutiche a questa terza che è quella che potrebbe cambiarci la vita. Perchè normalmente le persone che ci fanno arrabbiare, lo fanno quando ci trattano con superiorità, come se noi non valessimo niente o con una inferiorità vittimistica, che cerca di innescare in noi il senso di colpa. Il bello è che non a tutti fanno arrabbiare le stesse cose perchè quando queste idee ci entrano nella testa parlano con le nostre, e ci arrabbiamo solo quando la possibilità che acennano esiste già dentro di noi.

In ogni caso, spesso, il loro trattarci in quel modo non è un vero attacco ma una provocazione. Possiamo rispondere o ignorarle, ma la differenza la fa il grado di consapevolezza. Quando ignoriamo solo per non litigare o quando rispondiamo litigando, siamo nelle mani della rabbia.

Il mio invito possitivo di oggi è a farci quelle domande per poter cambiare prospettiva, per capire in profondità, per renderci più consapevoli del vero ruolo dell’altro nella nostra rabbia e del nostro potere.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Terzo accordo: Non supporre nulla. Il modo per evitare di fare supposizioni è quello di fare domande. Assicuratevi che la comunicazione sia chiara. Se non capite, chiedete.

Don Miguel RuizDon Miguel RuizI Quattro Accordi

 

The social dilemma (2020)

The social dilemma (2020)

In questi giorni molti stanno parlando di questo documentario di Netflix, The social dilemma, che racconta i dietroscena dei servizi di social network “gratuiti”, parlando del loro vero prezzo, anche se non è un pagamento diretto.

come ti senti?

come ti senti?

La settimana prossima, all’incontro di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, continueremo il nostro percorso per smontare fake news, falsi miti e falsi bisogni, parlando di sentimenti ed emozioni e di cosa li fa scattare, dentro e fuori di noi.

attacco e difesa

attacco e difesa

Di tutte le cose diverse dal solito che ho imparato da quando sono life coach, la cosa che più solleva obiezioni è il fatto che, secondo me, quando una persona dimostra la sua forza lo fa perchè si sente debole, e viceversa.