Detachment il distacco (2011)

18 Nov 21

La settimana scorsa ho visto un film del 2011, Detachment – Il distacco, che mi ha fatto una tenerezza infinita, un film sul mondo che sta andando alla deriva, raccontando la storia di un insegnante supplente, e di un gruppo di studenti disastrati, in una scuola disastrata, in una città disastrata, in questo mondo in cui le persone sono diventate oggetti, prodotti, in cui i rapporti umani sono un optional, e la sensibilità sembra una debolezza.

Ve ne parlo perchè, credo sia una storia che riflette molto bene pensieri che abbiamo avuto in molti almeno una volta, come che i genitori dovrebbero avere una patente e un manuale da seguire per allevare i figli, che anche gli insegnanti sono esseri umani, con i loro problemi, le loro debolezze, bisogni, ecc… Ma soprattutto per un’idea il distacco è necessario per sopravvivere in un mondo così malato, così rovinato e poco umano, il distacco è una opzione per isolarsi e non soffrire, ma c’è un’opzione migliore, per vivere meglio, per essere felici e forse persino per cambiare un po’ le cose prima che ci esplodano nelle mani, ed é l’umanità, la connessione, l’aiuto…

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Sii scettico, ma impara ad ascoltare. Non credere a te stesso e a nessun altro

Don Miguel RuizDon Miguel RuizIl Quinto Accordo

 

Aspettando i soccorsi

Aspettando i soccorsi

Dicono che c’era una volta una miniera in cui ci fu un crollo che lasciò isolati sei minatori che lavoravano in una galleria molto profonda estraendo minerali dalle viscere della Terra. L’uscita del tunnel era sigillata. Si guardarono l’un l’altro in silenzio, valutando la situazione.

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Quando mi chiedono perchè parlo di plandemia e rispondo che non mi convince la narrativa, è dovuto anche a che ho letto libri come questo Fake news: sicuri che sia falso? Gestire disinformazione, false notizie e conoscenza deformata, di Andrea Fontana, che mi hanno insegnato a vedere in maniera diversa le notizie.

Encanto (2021)

Encanto (2021)

Per la settimana del mio compleanno voglio parlarvi dell’ultimo film Disney che ho visto, Encanto, un film ambientato nella bellissima Colombia, che parla di una famiglia speciale e magica, in cui ogni membro riceve un dono all’età di cinque anni, tranne Mirabel, che non ha avuto quella fortuna.