curiosità e controllo

12 Mar 19

Ci sono due motivazioni molto semplici da confondere per coloro che non sono adetti ai lavori: la curiosità e il controllo. Entrambe portano a cercare di sapere il più possibile su un dato argomento, ma per ragioni molto diverse. Vi siete mai fermati a pensarci?

La curiosità ci spinge a cercare di capire come funzionano le cose in maniera molto leggera, a volte persino divertendoci. Come se non avessimo nessuna responsabilità. Il controllo, invece, ci spinge a capire al meglio le cose in una maniera molto più ansiosa, molto più seria, molto più grave. Come se tutta la nostra vita dipendesse da quell’aspetto.

Ad un esame superficiale tutte e due sono molto simili, portano le persone a desiderare di conoscere le regole, a ricercare possibilità e ad avere un atteggiamento da ricercatore. Ma, approfondendo, vengono fuori le differenze, nel gestire le informazioni e le emozioni che scopriamo durante la nostra ricerca.

Chi è guidato del desiderio di controllo non lo sarà contento… Perchè non possiamo controllare tutto, ci saranno sempre cose che ci sfuggiranno e il bisogno insoddisfatto porterà sempre più frustrazione e ansia. È una motivazione autodistruttiva.

Invece chi è guidato dalla curiosità è più facile che sia soddisfatto. Sempre che, nella sua curiosità abbia gli occhi aperti e non si lasci ossessionare… A proposito, anche se la curiosità uccise il gatto, lui se lo poteva permettere perchè aveva più vite.

Che ne pensate? Vi sembra abbia una logica? Aspetto i vostri commenti…

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Sii scettico, ma impara ad ascoltare. Non credere a te stesso e a nessun altro

Don Miguel RuizDon Miguel RuizIl Quinto Accordo

 

la tazzina di caffè

la tazzina di caffè

Dicono che c’era una volta un gruppo di alunni, affermati nelle loro carriere, che andarono tutti insieme a trovare uno dei loro vecchi professori del liceo. Dopo un pò che erano lì la conversazione si trasformò in una serie di lamentele sullo stress del lavoro e della vita.

Pianeta Verde (1995)

Pianeta Verde (1995)

Questa settimana mia mamma mi ha fatto notare che hanno messo su Netflix uno dei film francesi degli anni 90 che io ho sempre adorato: Pianeta verde, di 1996. Uno di quei film, come La Crisi, di critica sociopolitica che ci fa vedere il nostro mondo da un’altro punto di vista.

Il filo invisibile (2022)

Il filo invisibile (2022)

Questa settimana ho visto un film italiano, molto nuovo e che parla di temi nuovi, come l’omogenitorialità, le famiglie arcobaleno, le madri portatrici, insieme ai temi di sempre, gli adolescenti, i problemi dentro e fuori la famiglia, ecc. Si chiama Il filo invisibile e mi è piaciuto molto.