conflitti di desideri

Ieri sera, all’incontro di facciamo pace, abbiamo parlato di desideri, di come definirli e metterli bianco su nero, per chiedere aiuto all’universo o, per gli scettici, almeno per fare chiarezza e di aumentare la nostra consapevolezza su quello che vogliamo e quello che desideriamo e sulle ragioni per cui, spesso, non lo otteniamo.

 Perchè la maggior parte delle volte non otteniamo ciò che desideriamo per un conflitto fra diversi desideri… e solo facendo chiarezza su ogni cosa che desideriamo possiamo fare luce sui punti in cui si fanno concorrenza.

Secondo la tecnica dei 101 desideri dovremmo scrivere 150 cose che vogliamo per scegliere 101. E poi l’uniiverso si occuperà di tutto e li farà avverare se li definiamo seguento queste premesse:

  1. iniziando con io voglio o io desidero;
  2. in positivo, niente negazioni;
  3. chiedere quello che vogliamo e non soldi;
  4. il più concreti possibile
  5. evitando paragoni, desideri originali;
  6. per noi e non per altri;
  7. senza ripetizioni, senza desideri seriali;
  8. senza diminutivi o vezzeggiativi;
  9. massimo 14 parole (un fiato);
  10. senza chiedere cose con persone concrete…

 Cosa ne pensate? C’eravate all’incontro? Avete mai provato la tecnica? Qualcosa da aggiungere?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

La sconfitta è uno stato mentale: nessuno viene mai sconfitto, a meno che non abbia accettato la sconfitta come una realtà.

 

Cio che dai ritorna sempre

Cio che dai ritorna sempre

Dicono che c’era una volta un contadino tibetano che bussò alla porta del vicino monastero. Come di prassi, le porte vennero aperte dal monaco responsabile di accogliere le visite. Il contadino senza troppi convenevoli, porse in regalo al giovane monaco alcuni grappoli d’uva.

Guerrieri metropolitani (2015)

Guerrieri metropolitani (2015)

Questa settimana, ho letto Guerrieri metropolitani. Combattere fuori per vincere dentro. La filosofia degli sport da combattimento di Salvatore Brizzi, e mi è piaciuto molto come parla dell’EGO e del qui e ora, di come si possono gestire in ogni situazione.

the manor (2021)

the manor (2021)

Questa settimana ho visto, questa volta su prime video, un film americano molto particolare, The Manor. Un thriller ambientato nei nostri giorni, che mischia momenti di vita normale e reale e una storia paranormale con un finale che non avevo mai visto.

l’universo in tasca

l’universo in tasca

Dicono che c’era una volta un grande guerriero, famoso perchè vinceva le battaglie con facilità. I suoi omini che lo ammiravano tanto che avrebbero dato la vita per lui. Dicevano che era rigido ma giusto, che aveva i piedi per terra ma anche un tocco magico.