Collateral beauty (2016)

Un’altro film che ancora non avevo visto e ora si può vedere su Netflix è Collateral Beuty, con Will Smith. Una bellissima storia sull’amore, la morte e il tempo, secondo il protagonista, le tre motivazioni più importanti nella vita di ognuno di noi.

 Inizia con il discorso d’incoraggiamento alla Simon Sinek, in cui il protagonista, un uomo brillante, racconta ai suoi dipendenti come per vendere bisogna attirare le persone con una di queste tre cose. Tutti cercano l’amore, di avere più tempo o di sfuggire alla morte.

Dieci anni dopo è diventato un’altra persona. Un uomo deluso e arrabbiato con queste tre cose che, secondo lui, l’hanno ingannato e che vive senza creatività, senza nessun tipo di contatto con altri, mentre scrive loro delle lettere idignate e arrabbiate.

 Fino a quando, un po’ per caso, i suoi amici trovano degli attori che ispirano loro un piano per recuperarlo, impersonare queste cose e dargli le risposte che cerca, o almeno quelle che potrebbero farlo tornare. E gli attori dimostrano di avere una saggezza e una sensibilità fuori dal comune.

Quello che ho amato di più è stato il finale, anche se non vi dico come finisce perchè se non l’avete visto vorrei che lo vedeste, ma ve ne parlo perchè le parole degli “attori”, della morte, dell’amore, del tempo, se date loro una possibilità possono fare in ognun di noi un effetto veramente importante.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

La felicità significa non lamentarsi di quello per cui non c'è niente da fare. Le lamentele sono il rifugio di coloro che non hanno fiducia in se stessi.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

nove per dieci, novantuno

nove per dieci, novantuno

Dicono che c’era una volta un professore di matematica adorato dai suoi ragazzi perchè parlava la loro lingua e sembrava capire i loro problemi come pochi adulti potevano fare. Un giorno che la classe era particolarmente agitata, entrò e, senza parlare iniziò a scrivere alla lavagna.

Pazzo di lei (2021)

Pazzo di lei (2021)

Anche qesta settimana, per caso su Nextflix, ho visto un bellissimo film, questa volta spagnolo, Pazzo per lei, un film molto profondo e allo stesso tempo leggero, che fa commuovere e allo stesso tempo pensare, sull’amore, sulle difficoltà, sulle aspettative e sulla normalità.

permesso

permesso

Martedì al nostro prossimo incontro, ancora online, di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, vedremo le cose che non riusciamo a fare, che non possiamo fare, e quelle che abbiamo persino smesso di volere. E parleremo delle diverse ragioni per cui questo è così.

lo scemo del villaggio

lo scemo del villaggio

Dicono che c’era una volta un villaggio sperduto in cui l’attrazione turistica principale era lo scemo del villaggio, al quale i turisti e le persone del luogo, erano soliti prendere in giro, per l’ignoranza che sfoggiava del valore delle monete.